Ambiente

Aiuola spelacchiata? Giardino giungla? Ecco VerdeComo l’app del Comune per segnalare

Quante volte ci siamo trovati davanti a un marciapiede invaso dalle erbacce, una siete mal potata o un’aiuola che chiede solo una banale sistemata, salvo poi rinunciare perché non sapevamo a chi rivolgerci perché qualcuno intervenga?

Da oggi i comaschi non dovranno più temere di finire nel gorgo di segnalazioni fatte via mail al Comune di Como.

Piuttosto, sarà possibile utilizzare “VerdeComo”, applicazione disponibile su Google Play e Appstore con cui gli utenti potranno indicare i punti in cui la manutenzione del verde è più necessaria.

L’app è stata presentata oggi in Comune dall’assessore all’Ambiente Marco Galli, insieme a Mirko Riva, direttore tecnico di Riva Giardini, compagnia incaricata della manutenzione del verde pubblico, e il geometra Giuseppe Mastrandrea.

“Questa applicazione faciliterà i rapporti del cittadino con l’amministrazione – ha spiegato l’assessore, descrivendo il funzionamento del software – il cittadino potrà segnalare la condizione del verde con un feedback istantaneo da parte degli uffici competenti e una presa in carico immediata dell’intervento di manutenzione da parte di Riva Giardini”.

ComoVerde, ha fatto sapere Galli, è il primo esempio del suo genere dopo un esperimento analogo a Milano ancora in fase di test: “E’ uno strumento molto richiesto dai cittadini negli scorsi anni e volevo venisse messa in cantiere da tempo”.

L’applicazione ha un funzionamento piuttosto semplice. Dopo un login per cui è richiesta una mail personale, l’utente può scattare una foto geo-localizzata del luogo in cui è necessario un intervento e inoltrarla.

“Una volta approvata dagli uffici, la segnalazione passa a Riva Giardini che calendarizzerà l’intervento e potrà inviare i propri addetti – ha spiegato il geometra Giuseppe Mastrandrea – gli operai, dopo aver finito il lavoro potranno allegarne una foto”.

Per permettere il corretto funzionamento dell’app, il Comune di Como ha dovuto censire tutti gli alberi (si parla di poco più di 10.200 piante) e le aree di sua competenza, includendo i giochi per bambini con schede dettagliate.

Altre misure relative al verde pubblico, hanno spiegato Galli e Mastrandrea, riguardano anche l’automatizzazione dell’impianto di irrigazione cittadino.

“Al momento possiamo controllare da remoto l’irrigazione di piazza Cavour. Stabilendo certi parametri ambientali come temperatura, umidità, forza del vento, è possibile programmare la distribuzione dell’acqua” ha concluso Mastrandrea.

  1. Demos

    Ed una app x segnalare lampioni spenti,
    buche stradali, sosta selvaggia, maleducazione, deserto culturale, noo??

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata