Ambiente

Como tenta la svolta green con 5 nuove auto elettriche. Galli: “A breve 20 stazioni di ricarica”

Il Comune di Como fa un passo in avanti verso una mobilità sostenibile, accogliendo e patrocinando il progetto europeo “I-Share Life” coordinato da Ferrovie Nord Milano in partenariato con E-Vai, che porterà in città cinque nuovi veicoli elettrici per il car-sharing.

I nuovi veicoli a emissioni zero sono stati presentati oggi in piazza Cavour e troveranno alloggio nelle nuove postazioni delle stazioni di Como Camerlata e Como Borghi, si aggiungendosi a quelli già disponibili in via Leopardi e via Bertinelli.

Gli utenti potranno noleggiare una macchina e riconsegnarla negli oltre 100 E-Vai point presenti nelle stazioni, aeroporti e principali città di tutta la Lombardia.

Il potenziamento del servizio di car sharing, spiega Augusto de Castro, consigliere delegato di E-Vai, si concentra tanto sul fornire un’alternativa alla mobilità classica ai turisti in visita. a Como:”Con questo nuovo servizio, speriamo di collegare stazione e aeroporti a Como in modo da presentare anche ai visitatori, non solo i residenti, de modi alternativi per spostarsi”.

“Questa è una grande opportunità per la città. Oltre ad avere le due linee ferroviarie che ci collegano a Milano è importante avere questo servizio di car sharing anche per i turisti in modo da concedere libertà totale negli spostamenti” ha spiegato l’assessore alla Mobilità, Vincenzo Bella che ha anticipato l’installazione di numerose colonnine di ricarica nella città di Como. “Si tratterà di un totale di 20 stazioni di ricarica, con stalli riservati ai veicoli elettrici”.

Anche l’assessore al Turismo, Carola Gentilini, ha sottolineato la valenza turistica del progetto: “Quando si è in vacanza è un valore aggiunto potersi spostare in libertà. Ci auguriamo che il sistema di noleggio E-Vai sia facile e accessibile anche per un pubblico straniero e auspichiamo che gli albergatori del territorio siano interessati a convenzionarsi con il servizio, in modo da avere almeno una macchina”.

Marco Galli, assessore all’Ambiente, si è detto contento del progetto che annuncia l’arrivo di una nuova forma di mobilità. “È un vero e proprio cambio di passo, come si può vedere in tanti altri paesi – ha commentato – Come Comune siamo indubbiamente interessati al tema e proprio per questo abbiamo deciso di installare, nel futuro prossimo, 20 colonnine di ricarica in città: 10 saranno a Como e 10 nei quartieri più periferici, nei punti di maggiore affluenza”.

  1. Riccardo

    Molto bene così tutti si renderanno conto che le auto elettriche non sono convenienti oltretutto in un paese come il nostro dove si produce oltre il 40% dell’energia elettrica con centrali a gas…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata