Ambiente

Elettrica Como, il piano green del Comune: arrivano 20 stazioni di ricarica. Vie e zone

Il 2020 viene considerato da molti esperti come l’anno dell’esplosione – metaforica, per carità – del mercato ibrido o full electric in campo automobilistico e non soltanto. E chissà che per una volta non sia il Comune a dare la scossa, questa volta in senso buono e senza danni.

E’ infatti ormai pronto un maxipiano coordinato dai due assessori a Mobilità e Ambiente, Vincenzo Bella e Marco Galli, che dovrebbe dotare la città entro i primi mesi dell’anno prossima di una vasta serie di colonnine di ricarica elettriche per mezzi ecologici: macchine, moto, furgoni e via dicendo.

Una ventina, in linea di massima, le strutture che saranno collocate tra centro e quartieri, anche se la mappa precisa emergerà soltanto in un secondo momento. Questo perché il primo passo sarà la mappatura dei sottoservizi – cavi, tubi e simili – così da evitare sovrapposizioni oppure, in senso positivo, per capire esattamente dislocazione e capicità delle reti energia a Como.

“Passo importante – osserva Galli – sarà poi l’avviso esplorativo che emetteremo come amministrazione, così da raccogliere le adesioni di aziende interessati e approfondire varie proposte con suggerimenti, migliorie e indicazioni”.

L’intenzione su quali zone dotare delle colonnine, però, è già chiara: grandi parcheggi, zone centrali, quartieri periferici, snodi importanti della viabilità. “Ogni circoscrizione, più o meno, sarà servita”, commenta ancora Galli.

Pronta anche una mappa essenziale: viale Lecco, viale Varese, piazza Vittoria, viale Puecher, via Cantoni (Villa Olmo) e poi le zone di Monte Olimpino, Tavernola, Albate, Camerlata e il parcheggio di Lazzago.

Ma quanto costerà questa nuova rete elettrica a servizio della mobilità ecologica? Praticamente nulla: il Comune metterà a disposizione le aree, progetto e realizzazione saranno a carico della società che si aggiudicherà l’intervento.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

  1. Libero

    Bene così anche i Comaschi potranno constatare di persona quanto sia molto di moda ma poco conveniente l’auto elettrica….

    • Matteo

      Lei ha l’auto elettrica per affermare che è poco conveniente?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata