Attualità

Addio alla Giornata per la sicurezza sul lavoro. I sindacati: “Incomprensibile”

L’accusa è in una nota congiunta di Cgil, Cisl e Uil. “Una serie di fatti – si legge – che vanno dalla chiusura del reparto di chirurgia dell’Ospedale S. Anna, alla mancata nomina di assessori provenienti dal territorio comasco in regione e per finire alla scelta incomprensibile dell’ATS dell’ Insubria di organizzare la giornata per la sicurezza che si svolgeva su entrambi i territori di competenza, solo a Varese”. Secondo i rappresentanti dei lavoratori: “E’ la certificazione di una noncuranza nei confronti di Como che crediamo non sia accettabile né giustificabile oltre”.

Insomma nel gioco dei contrappesi, Varese la spunta spesso, troppo spesso. “Non ci pare – proseguono i sindacati – che questa scelta possa essere motivata sostenendo la ragione che ci sarà un’alternanza tra le iniziative sui due territori. Non su un tema delicatissimo e che rappresenta una vera piaga nazionale, come quello sulla sicurezza del lavoro! Il convegno annuale rivolto ai rappresentanti per i lavoratori della sicurezza costituisce un momento importante per la loro formazione che non può essere a corrente alternata. Una volta si, una volta no.
Di per sé poco importa avere posizioni di spicco nelle istituzioni o negli enti che per altro Como non ha ; l’essenziale è che oltre a questi buchi istituzionali non si consumino poi delle vere e proprie azioni discriminatorie nei confronti di interi territori.
Non vogliamo fare del vittimismo . Non vogliamo però nemmeno che ci siano ancora vittime sul lavoro causate dalla scarsa conoscenza delle norme di sicurezza e dal mancato aggiornamento dei lavoratori. L’Ats per cortesia ci ripensi”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata