Attualità

Ajani: “Sorpassato pure dai bus in Napoleona”. Idea: isola verde sul curvone per rallentare

Un’isola verde a separare i due sensi di marcia lungo il famigerato curvone della Napoleona. A rilanciare un suo vecchio progetto, già avanzato ai tempi della giunta Bruni e poi riproposto in sintesi come osservazione al Piano del traffico prodotto dall’esecutivo Lucini, è stato il capogruppo della Lega a Palazzo Cernezzi, Giampiero Ajani.

“Un tempo, circa 20-25 anni fa, in Napoleona avvenne un incidente con 6 morti – ha affermato il consigliere leghista – Io ai tempi delle giunta Bruni compilai uno studio preliminare per modificare il curvone e renderlo intrinsecamente percorribile a minor velocità”.

Lo studio preliminare di Ajani, in estrema sintesi – come ribadito nelle osservazioni al Pgt della giunta Lucini presentato nel novembre 2016 – puntava a inserire sul curvone un’isola verde destinata a rallentare la corsa dei veicoli soprattutto in discesa, in modo tale da separare fisicamente i veicoli nei due sensi di marcia. Il progetto preliminare prevedeva anche il completamento dell’intervento con un semaforo giallo lampeggiante, adeguata illuminazione stradale, irrigazione, piantumazione.

“Al di là del limite da rispettare – ha proseguito Ajani – ora se scendi dalla Napoleona a 50 km/h anche i bus di linea ti passano, a me è capitato che due mi sorpassassero una mattina. Da quando presentai il mio studio, regolarmente protocollato, si sono verificati altri incidenti di cui 2 mortali. Bisogna agire per evitare che si ripetano cose simili”.

  1. Comino

    Iniziamo a mettere Velox ben visibili, poi decideremo.

  2. COcittadino

    I radar sarebbero la soluzione ma mi pare pare che per problemi burocratici di pertinenza della strada non sia possibile installarne di fissi. Se così fosse Povera Italia

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata