Attualità

Argegno, cartello al cimitero: “Usate poca acqua e solo per i vostri cari “. Acquistapace: “Non so se ridere o indignarmi”

La denuncia è del candidato sindaco di Forza Italia, Renato Acquistapace. Un cartello comparso in questi giorni nel cimitero del paese ha fatto scattare la rabbia.

“Al cimitero di Argegno – accusa l’esponente azzurro – è comparso questo avviso. Non si sa francamente se sorridere oppure mostrare indignazione. Il culto dei morti è espressione della pietà che si prova verso i defunti che si manifesta anche nella cura che si ha per il luogo della sepoltura terrena. A chi può dare fastidio che qualcuno si possa preoccupare dei fiori degli altri? Senza memoria non c’è futuro”.

  1. Renato Acquistapace

    Non c’è futuro senza memoria! Al di là della politica, che qui non c’entra, ci chiediamo a chi possa dare fastidio che qualcuno si prenda cura degli altrui cari.
    Io ho l’onore di avere con me candidati che hanno idee e convinzioni politiche molto differenti tra loro, in alcuni casi anche agli antipodi. Tutti quanti però sono animati da una idea comune, ossia quella di volere cambiare non solo gli amministratori ma soprattutto un modo di amministrare.

  2. federico pintus

    Il culto dei morti andrebbe praticato, oltre che invocato. Questo porterebbe a verificare che il problema dell’iperidratazione dei fiori, per mano di qualche devoto eccessivamente zelante, non riguarda esclusivamente il cimitero di Argegno.
    Capisco, tuttavia, che il clima della campagna elettorale porti a cercare l’indignazione negli altrui riguardi in ogni insignificante anfratto della cosa pubblica.

  3. Carlo Marazzi

    che dire…il Sig. Renato Acquistapace è stato battuto per l’ennesima volta come sindaco di Argegno, penso sia almeno la quarta (4) volta che viene battutto! del resto se è questo il suo livello di critica si spiega tutto, chissà se a furia di essere battutto alle elezioni capirà mai……

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata