Attualità

Asilo Sant’Elia, infiltrazioni d’acqua in mensa. Bella: “Lavori partiti immediatamente”

In giorni di pioggia battente, spesso al limite della tempesta, le infiltrazioni (quando non devastanti come, per esempio, al Palaghiaccio) non assurgono al rango di notizia. Almeno fino a quando non investono un gioiello del razionalismo come l’asilo Sant’Elia di Giuseppe Terragni, peraltro nell’anno in cui è stato celebrato a ogni livello (qui).

La struttura, sempre operativa, in questi giorni ha segnalato disagi nel refettorio, dove in due punti l’acqua si è fatta strada. “Stiamo riparando – conferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Vioncenzo Bella – si tratta di riparare i serramenti e rimettere a posto il linoleum dove si è gonfiato”. Poca cosa ma che certo colpisce data l’importanza universale della struttura. “Entro venerdì tutto sarà a posto”. I bambini hanno mangiato regolarmente in mensa sia ieri che oggi.

I genitori intanto hanno fatto sapere che i lavori, attesi da tempo, ai servizi igienici sono partiti. Le famiglie però lamentano contestualmente l’avvio del cantiere oggi, a scuola aperta, con tutti i disagi connessi. L’occasione del ponte, spiegano, avrebbe evitato la copresenza delle lezioni e dell’intervento. “Hanno ragione – dice l’assessore – avremmo dovuto lavorare in estate, ci sono stati intoppi burocratici e stiamo recuperando i ritardi. In futuro non accadrà ancora”.

  1. l’armando

    Manutenere un’opera d’arte quale è l’asilo Sant’Elia è quantomeno indispensabile.
    Bene che l’Amministrazione si attivi immediatamente.
    Mi faccio promotore verso l’assessore competente affinché si premuri di chiedere lo spostamento della colonna in plastica contenente probabilmente connessioni telefoniche o elettriche che fa brutta mostra sulla parete destra del monumento.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata