Attualità

Blevio, la lotta di Mario per un parcheggio: scrive a Mattarella (e il Quirinale risponde)

Della lotta di Mario Lavorgna, residente di Blevio, invalido al 40%,  abbiamo già scritto su queste pagine.

Mario, da cinque anni, per uscire dal box di casa propria deve compiere numerose manovre a causa di una fila di macchine posteggiate davanti all’ingresso.

“Da anni impiego un’eternità per andare al lavoro senza colpire le macchine posteggiate – aveva spiegato Mario a ComoZero, la scorsa estate – Chiedo al Comune una soluzione. Dove sono i diritti civili, i diritti dei disabili?”.

La richiesta di Mario (protocollata a luglio) al sindaco di Blevio, Alberto Trabucchi, era quella di ottenere un passo carraio in modo da facilitare le manovre di entrata e uscita.

Unico problema, come spiegato dal Sindaco: Blevio non ha un regolamento per i passi carrabili che, se istituiti, renderebbero impossibile il posteggio in tutto il paese.

Ultimo sviluppo è la richiesta d’aiuto inviata da Mario al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, perché intervenga a suo favore. La missiva segue una prima lettera inviata alla Segreteria del Capo dell Stato alla fine di luglio 2017.

“Avendo percorso tutte le strade istituzionalmente preposte mi rivolgo nuovamente a Lei, signor Presidente, affinchè sia rimossa ogni condizione ostativa, per un portatore di handicap, di poter fruire senza disagio della possibilità di utilizzare il proprio veicolo uscendo dal
dal mio box auto. Attualmente per poter entrare e uscire dal mio box sono costretto a fare innumerevoli manovre che mi comportano forti dolori alla colonna dorsale e cervicale, in quanto ho una riduzione del tronco pari al 40% (invalido sul lavoro)”

La Segreteria del Presidente ha preso visione della richiesta di Mario e ne ha trasmesso la lettera a al Sindaco.

Quest’ultimo spiega a ComoZero: “Purtroppo la situazione non è cambiata. Blevio, e soprattutto la frazione Capovico, ha un problema molto forte con i parcheggi. Istituire dei passi carrai sottrarrebbe spazio per gli stalli in una situazione in cui il Comune non ha terreni a disposizione. Stiamo portando avanti delle trattative con dei privati pronti a costruire delle villette. A breve, se tutto va bene, dovrebbe essere presentato un piano di lottizzazione per cui sono previsti altri 15 parcheggi. Per quanto riguarda le tempistiche si prevede, salvo imprevisti, tra l’anno e mezzo e i due anni per la realizzazione”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata