Attualità

Borracce ecologiche per 2.000 giovanissimi comaschi. Levrini: “Amare l’ambiente sin da bambini”

Fondazione Alessandro Volta, con il patrocinio del Comune di Como e il sostegno di Artsana Group, ha avviato oggi 13 dicembre la distribuzione di oltre 2.000 bottiglie termiche in acciaio inox a marchio Chicco ai piccoli studenti delle scuole dell’infanzia della città di Como.
In Sala Stemmi del Comune erano presenti 25 bambini di alcune scuole dell’infanzia accompagnati da insegnati e genitori. Ai bambini sono state donate le borracce.

L’iniziativa si inserisce negli obiettivi della Fondazione, tra i quali sono centrali la promozione e la diffusione della cultura di sviluppo sostenibile, che si ritiene necessario venga promossa fino da bambini.
Ai bambini e’ stata quindi donata una piccola borraccia termica riutilizzabile, con lo scopo di rendere questo dono l’occasione per approcciare insieme ai loro genitori i temi del rispetto e della tutela ambientale.

“Tale iniziativa vuole sin dall’infanzia educare ai princìpi civici e di sostenibilità ambientale – afferma Luca Levrini Presidente di Fondazione Alessandro Volta -. Lo stile di vita, il comportamento di un uomo, si plasma e si costruisce proprio nei primi anni di vita, in particolare tra le pareti domestiche: ritengo coraggiosa ed innovativa l’ambizione di educare prima dei 6 anni, con iniziative che portano temi che riguardano l’ecologia e la salute del nostro pianeta.

Fondazione Volta crede nello sviluppo sostenibile, ed è consapevole che questo parta da scelte e comportamenti che devono essere modificati nell’adulto e costruiti nel bambino.
Fondamentale in tale progetto – prosegue Levrini – è il ruolo dei genitori: la borraccia è infatti un simbolo educativo, uno strumento che, insieme a schede scaricabili dal nostro sito, potranno aiutarli a dialogare in famiglia con i propri figli. Tutto ciò con l’ambizione di far arrivare il messaggio forte e chiaro al piccolo, tanto da determinare in futuro un suo convinto comportamento a favore del bene del nostro patrimonio naturale. In tale contesto il valore degli insegnanti e delle scuole dell’infanzia – che ringrazio – diventa fondamentale, non solo a completamento e coerenza dei messaggi, piuttosto di integrazione alla formazione che non termina negli spazi della scuola ma continua anche tra le pareti domestiche. Con la borraccia riutilizzabile non desideriamo condannare la plastica, ma piuttosto sensibilizzare alla sua corretta raccolta e smaltimento ritenendola una risorsa importante”.

“Ringraziamo la Fondazione Alessandro Volta e Artsana Group per aver lavorato con noi a questo progetto. – Dichiarano il Sindaco Mario Landriscina e l’Assessore Alessandra Bonduri – L’iniziativa di portare le borracce nelle nostre scuole materne segue la strada che abbiamo già intrapreso di sensibilizzare la cittadinanza a partire dalle nuove generazioni sulle modalità sostenibili di utilizzare i diversi materiali e sulla possibilità di riciclare i rifiuti, inoltre contribuirà a creare la consapevolezza che l’acqua è un bene prezioso, proprio nella nostra città, che è nata e vive sul lago più bello del mondo”.

  1. upocattivo

    Una operazione di marketing aziendale, come sempre fiancheggiata da un’Amministrazione amica delle lobby e ottenuta simulando un fasullo impegno ambientalista e un pizzico di lariana ipocrisia. Gli ecologisti la chiamano greenwashing.

  2. Pasquale Pergola

    Lupo sono d accordo con te, è tutto un mercato delle vacche

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata