Attualità

Butti: “Sì alla nuova rotonda in piazza San Rocco”. Parte la sperimentazione

Alla fine, la rotonda in fondo alla Napoleona – nel mezzo dell’incrocio con via Milano Alta e via Grandi – arriva sul serio. E a realizzare la nuova opera saranno i privati grazie a un accordo specifico con il Comune di Como. La conferma è arrivata dall’assessore Marco Butti che ha annunciato “i pareri favorevoli, con alcune precise indicazioni, sia per una media struttura di vendita in Napoleona”, sia (direttamente collegato) “il via libera alla sperimentazione della rotatoria nel nodo di San Rocco”.

La struttura di vendita che sorgerà sulle ceneri dell’immobile attuale, e citata dall’assessore, prenderà forma al posto del grande spazio con le vetrate affacciate sulla Napoleona all’altezza del curvone, immobile che ha ospitato per anni un concessionario d’auto e infine, per un breve periodo, un locale da ballo.

E sarà sempre a cura degli stessi privati, nell’ambito di un’intesa con gli uffici comunali dell’urbanistica, a occuparsi della sperimentazione della nuova rotatoria in piazza San Rocco che dovrebbe avvenire anche in tempi brevi, presumibilmente entro i primi mesi del 2019.

L’attuale spartitraffico sarà demolito e il rondò sarà delimitato con i classici new jersey provvisori. Poi, dopo 6 mesi di monitoraggio e analisi dei flussi di traffico e dell’impatto della nuova opera, dovrebbe arrivare il via libera definitivo alla costruzione della rotatoria vera e proprie.

  1. Ettore

    Certo che quando e’ il privato ad elargire euri allora ogni contrarieta’ nella costruzione di rotonde a Como viene superata !!
    questa si’ che e’ coerenza pardon meschinita’ !!!!!!
    e la rotonda di Villa Olmo invece non e’ necessaria ?
    Strano solitamente assessori e tecnici di questa amministrazione hanno dichiarato …pochi incidenti mortali o non in quel punto ? allora niente rotonde a Como !!!!
    quando l’ipocrisia non ha limite !!!!

  2. l’armando

    Bravo Assessore !
    Non ascolti i detrattori !
    Il privato è consapevole di quanto fa .
    Giustamente , se un’attività economica andrà a creare del traffico si tutelerà affinché i propri clienti possano arrivarci.

  3. giorgio

    Ben venga lo sperimentare, così si può valutare se l’idea sarà buona o meno.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata