Attualità

Cantù, nuovo attacco feroce al Sud dall’ex sindaco Bizzozero: “Appendice d’Africa che porta droga e mafie”

Solo qualche anno fa, era il 2017 ed era ancora sindaco di Cantù, aveva insultato pesantemente Napoli definendola, tra le altre cose, “una fogna” (qui le cronache).

Poi la mezza revisione (il caso occupò le cronache nazionali), il viaggio verso il capoluogo campano nel il tentativo di spiegare e far pace: “Era una provocazione”, disse.

Meno di tre anni dopo non è più primo cittadino del comune comasco, dimentica la pace e parte con un nuovo, violentissimo affondo.

Claudio Bizzozero non attacca più le città, nemmeno le regioni, ma riempie di strali ben un terzo del Paese: quel Sud contro cui scaglia, prendendo spunto dall’allagamento di Venezia, considerazioni feroci, che paiono riportare il calendario a mezzo secolo fa per toni, ragionamenti e contenuti.

Ora che anche la Lega è diventata partito nazionale, l’ex primo cittadino rimane (si ritiene autoeleva a) l’ultimo baluardo-tenutario di un presunto primato umano e civile del Nord Italia definito “primo mondo”.

Seguono considerazioni oltremisura: “Meridionali di fatto terzo mondo”, “Sud appendice africana” che “a parte la pizza importa droga, ‘nsdrangheta, camorra e cosa nostra”, e via dicendo in un climax inarrestabile.

Riportiamo le parole di Bizzozero sottolineando, come sempre ma in particolar modo questa volta, la piena disponibilità a ospitare repliche, osservazioni, contestazioni e opinioni: redazionecomozero@gmail.com

 

NORD PRIMO MONDO
SUD TERZO MONDO
Lo shock dell’acqua alta nella città più bella del mondo farà riaprire gli occhi a lombardi e veneti?
Se sì, risulterà chiaro a tutti che:
1 – Lombardia e Veneto fanno parte a pieno titolo del primo mondo, mentre le regioni meridionali sono di fatto terzo mondo;
2 – il Nord della penisola è a tutti gli effetti una pate d’Europa, mentre il sud, al contrario, è un’appendice africana in territorio europeo;
3 – a parte la pizza, il sud ha portato al Nord solo droga, ‘ndrangheta, camorra e cosa nostra;
4 – per il Nord, il sud è solo una pesante zavorra e finché non ce ne libereremo continueremo a rischiare di essere anche noi definitivamente trascinati nel terzo mondo;
5 – da decenni Lombardia e Veneto vengono letteralmente spolpate dallo stato italiano, che ogni anno si prende 54 miliardi di tasse di noi lombardi e 15 miliardi di tasse dei veneti, per mantenere, nelle regioni meridionali, la rete clientelare costruita dai politici e dai partiti nazionali a sostegno del loro corrotto consenso elettorale.
SI POTRÀ ANCHE GRIDARE ALLO SCANDALO, MA, SE SI È ONESTI, SI DOVRÀ RICONOSCERE CHE QUESTA È LA SOLA PURA VERITÀ.
E per favore: finiamola di parlare di solidarietà, perché non di questo si tratta ma piuttosto di mero clientelismo.

  1. Non c’è nulla di condivisibile in quello che scrive. Però bisogna riconoscere che rispetto ai “baluba” attuali, l’ex-sindaco non è ipocrita. Non rinnega l’aggressivo, gretto e ignorante pregiudizio antimeridionalista dei “baluba” storici. Inoltre, come quelli che si presentavano alle feste con l’elmo con le corna, non ha il senso del ridicolo. Non si è accorto, infatti, che con il pasticcio del MOSE, i meridionali non c’entrano proprio nulla. Questa è una porcata da primo mondo. Basta vedere le foto dell’inaugurazione. 😊

  2. Roberta

    Ritardi, errori di progettazione di ingegneri del nord,tangenti: la vergogna del Mose è colpa dei meridionali? Le industrie del nord che per anni sono state complici degli sversamenti di rifiuti tossici al sud ( vedi Terra dei fuochi) sono innocenti? I canturini che non si sono accorti di avere la ‘ ndrangheta nella piazza principale della propria cittadina sono diversi dai meridionali che ” niente sacciono “?

  3. Questo “signore ” fa parte di quel gruppo di chi ignora, che vive di falsi luoghi comuni…il sud non é solo quello che lui afferma …ma dimentica i problemi che affliggono il suo nord…cravattari e tangentopoli…La signora Comi e company sono del sud??? FATECI UN FAVORE…LE VACANZE FATELE AL LAGO NON VENITE AL SUD …IPOCRITI

  4. Tutto il mondo è paese, nel bene e nel male. Ovunque si vada non c’è tutto bene o tutto male. Pensare che l’Italia (l’Europa il pianeta Terra) si possa dividere in lotti perfettamente stagni dove da una parte c’è solo positivo e dall’altra solo negativo è estremamente superficiale e riduttivo. Chi pensa di cambiare il mondo con la violenza e l’insulto sta per l’ennesima volta sbagliando la via (questo ce lo racconta la storia). Chi è “vittima” del proprio istinto, della propria violenza, della propria supponenza, della paura dell”altro”, potrà mai essere una persona libera?

  5. spiderman

    Perché dare risonanza ai deliri di un (attualmente) signor nessuno?

  6. Giuseppe

    Non ho parole!!

  7. Giuseppe

    Se oltre ad avere il tempo di esternare la sua cultura razzista, avesse il tempo di studiare meglio la storia del risorgimento (del nord, il sud non aveva nulla da cui risorgere) e delle condizioni economiche del sud preunitario, scoprirebbe che la verità è esattamente il contrario di quanto ha imparato a scuola e, che il Sud era abbastanza avanzato da bastare a se stesso, diversamente da tutti gli staterelli del suo “primo mondo”. Io rispetto molto chi è solo ignorante perchè, sarebbe stimolato a colmare le sue lacune, ma non gli stupidi. Per motivi opposti, però, concordo sulla separazione.

  8. Ollennai

    Incredibile!!

  9. Claudio Ravel

    A parta la pizza, il Sud ha portato al Nord donne e uomini che hanno contribuito a fare del settentrione l’area più sviluppata d’Italia. Certo, l’emergenza mafia esiste, così come la camorra ha invaso l’Italia e non solo, ma questi sistemi criminali si nutrono e replicano il malaffare grazie anche a una solida base ben strutturata al Nord. La rete clientelare – la triste cronaca di queste ora non è che un esempio – è diffusa, alimentata, foraggiata da politici del meridione così come da esponenti delle regioni locomotive d’Italia. Lo choc dell’acqua alta deve fare aprire gli occhi ai veneti e ai Lombardi? Sarebbe meglio non scherzare su tragedie che hanno causato anche morti. Al signor “nessuno”, comunque, consiglio di utilizzare l’acqua per rinfrescarsi le idee, visto che non credo possa utilizzarla per uno shampoo…

  10. Bizzo chi?
    Che tacesse!
    A Venezia le porcate non le hanno fatte i meridionali, si rilegga le carte

  11. Francesco

    Secondo me date troppa considerazione a questo #perdente

  12. giorgio

    Quindi Venezia e il Veneto sono anche’essi terzo mondo giusto?
    “La rete clientelare costruita dai politici e dai partiti nazionali a sostegno del loro corrotto consenso elettorale” sembra la perfetta definizione dello scandalo-tangenti del MOSE.

    Come si suol dire “ha perso una buona occasione per tacere”.

  13. Franx Aba

    Questo signor zero è molto utile alla causa meridionale. Finiamola con cotali individui: separiamoci. Solo il Sud può “liberare” e “risanare” se stesso. Basta. Ormai siamo colmi e soddisfatti di offese gratuite.

  14. Enrico

    la risposta è una sola……………secessione
    niente più italia niente più europa
    tutto ciò che sta a sud del Garigliano resta a sud
    chi non è d’accordo oltrepassi il confine in tempo
    i leghisti non parlano più di secessione dai tempi del tardo bossismo……………..hanno capito che A LORO non conviene
    noi “sudici” non abbiamo altra scelta
    l’italia non esiste come non sono mai esistiti gli italiani
    fatevene tutti una ragione, lo dice la storia remota e recente

    • Franx

      E senza il Sud, questa orribile e inutile palla al piede, mi piacerebbe vedere come se la cava il Nord. Uno staterello senza qualità…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata