Attualità

Capodanno a Como, viale Varese: il parcheggio bocciato diventa realtà (abusiva) sulle aiuole

Ennesimo, indiscutibile, successo nei festeggiamenti pre e post natalizi. Il capodanno comasco è stato meta per decine di migliaia di persone. Così, in una città senza un piano Comunale della sosta e dei trasporti capace di contenere i grandi eventi, gli automobilisti si sono adattati occupando (abusivamente) ogni spazio possibile.

E’ il caso di viale Varese (non il primo in effetti, qui i dettagli) con i giardini trasformati in area di sosta esattamente come proposto al Comune qualche mese fa (qui), Pubblichiamo le foto di una lettrice.
Segnalazioni su Facebook (qui) o: redazionecomozero@gmail.com

GALLERY-SFOGLIA

  1. Carlo B

    Al di la di qualsiasi posizione ideologica, noi cittadini e i nostri politici, ci dobbiamo rapportare con questa numerosa parte di connazionali o stranieri, persone che quando decidono, vanno dove gli pare, posteggiano dove gli pare (fiduciosi nella diffusa impunità), irrispettosi di qualsivoglia regola o buonsenso, persone egoiste senza alcun senso civico
    Se non si parte a fare rispettare con rigore le regole, continueremo ad essere una povera Italia
    Buon 2019 🙁

  2. Luisa Corti

    Beh, prima attiriamo i forestieri in cittá e poi ci lamentiamo… Ma secondo Voi uno si fa 30 o 40 km per vedere Como e poi torna indietro perchè non trova posteggio?

  3. Andreab

    Gentile Luisa visto che giustifica questi comportamenti ne condivide l’inciviltà. sicuramente le alternative di parcheggio Ci saranno state Ma quando uno è maleducato e incivile non le vuole trovare. Il termine Forestieri da lei usato dice tutto sulla sua mentalità

  4. Comino

    Certo che ce ne vuole di inciviltà per posteggiare in un’aiuola! Ma come ti può venire in mente di farlo? Quanto devi essere ignorante? I “prati” sono stati rovinati? No perché dalle targhe fotografate magari a qualcuno si potrà risalire e suonargliele. Ah, no, a Como per le feste o le partite si può fare tutto. Credo di essere stupido io a rimanere ligio e rispettoso.

  5. Rumi

    Non sono d’accordo con i maleducati che posteggiano nelle aiuole ma almeno consentitemi una banale osservazione: perché non si è pensato a tutelare i giardini con delle barriere all’entrata, panettoni, new Jersey mobili, o qualche strumento di dissuasione simile?
    Aumentare gli ausiliari del traffico almeno in queste circostanze no?
    Io continuo a ripetere che contro gli incivili ci vogliono le ganasce alle ruote, paghi subito e le tolgo!

  6. Alessandro

    Gentilissima Sig.ra Luisa Corti, seguendo il Suo pensiero, allora, se uno che fa 30/40 km e non trova parcheggio è legittimato e mettere l’auto dove gli pare, quando non trova i bagni può fare pipì ovunque si trovi e, se non trova un cestino, buttare le cartacce per terra, giusto? E ci sarebbero mille altri esempi, peccato che dovremmo essere dotati di un cervello e di una capacità di distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.
    Vorrei, poi, vedere se questi comportamenti li tenessero in prossimità della Sua abitazione cosa ne penserebbe.

Rispondi a Rumi Annulla risposta

la tua mail non sarà pubblicata