Attualità

‘Casa per l’infanzia’, il cantiere-lampo (e svizzero) di Rebbio. Nel racconto del Settimanale della Diocesi

La notizia, come spesso accade quando la materia è questa, è del Settimanale della Diocesi di Como (qui).

Pure noi, nel nostro piccolo, abbiamo anticipato e raccontato, molto tempo fa:

Migranti, la parrocchia di Rebbio avrà un centro di accoglienza per i minori stranieri 

Insomma, raccontavamo: un intero stabile ristrutturato per l’accoglienza – in via Grilloni, a Como – dei minori stranieri non accompagnati. Prende corpo, anzi, si può dire molto ben avviata, l’iniziativa dell’associazione svizzera “Main dans la main” (al cui vertice è Carlo Crocco, fondatore nel 1980 della celeberrimo brand di orologi Hublot) che ha coinvolto direttamente la Parrocchia di Rebbio, ovviamente con Don Giusto della Valle e il Consiglio pastorale in prima linea.

Ora il cantiere è attivo, le macchine scavano, costruiscono.

Ph: Settimanalediocesidicomo.it

Spiegano dal Settimanale: “Come potete vedere dall’immagine pubblicata procedono a gran ritmo in via Giussani a Como i lavori dell’impresa che sta realizzando la palazzina destinata a diventare un polo di servizi per l’infanzia nel quartiere di Rebbio”.

E ancora, scrivono:

“La nuova palazzina avrà tre piani fuori terra più un piano semi-interrato e permetterà di ospitare servizi diversificati: un servizio di diurnato pomeridiano per minori; una comunità per minori (per ora l’ipotesi di lavoro prevede che si tratti di bambini di età compresa tra gli 0 e i 6 anni); una comunità mamma-bambino; uno spazio di accoglienza di pronto intervento destinato a quei minori che il Comune deve alloggiare in via urgente in attesa di collocazione presso altro servizio; alcuni mini-appartamenti per l’avvicinamento all’autonomia. Quest’ultimi saranno gestiti in autonomia dalla Parrocchia di Rebbio”.

I tempi? Non chiarissimi al momento ma, scrive il Settimanale: “Dalla cooperativa Symploké fanno sapere che una parte dei servizi potrebbe già essere attivata con i primi mesi del nuovo anno”.

  1. Maurizio Casonato

    Ancora una volta, Grazie a Don Giusto le Parole e le Intenzioni diventano Fatti.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata