Attualità

Cernobbio: sfidare la corruzione adesso si può. Al via Whistleblowing per la Pubblica Amministrazione

Il Comune di Cernobbio ha aderito al progetto WhistleblowingPA, una piattaforma pensata per offrire uno strumento di segnalazione contro la corruzione nella Pubblica Amministrazione, promosso da Transparency International Italia e del Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali.

Da Wikipedia:
Il termine whistleblower[1] in lingua inglese, e più nello specifico negli Stati Uniti d’America, identifica un individuo che denuncia pubblicamente o riferisca alle autorità attività illecite o fraudolente all’interno del governo, di un’organizzazione pubblica o privata o di un’azienda. Le rivelazioni o denunce possono essere di varia natura: violazione di una legge o regolamento, minaccia di un interesse pubblico come in caso di corruzione e frode, gravi e specifiche situazioni di pericolo per la salute e la sicurezza pubblica.

Tali soggetti possono denunciare le condotte illecite o pericoli di cui sono venuti a conoscenza all’interno dell’organizzazione stessa, all’autorità giudiziaria o renderle pubbliche attraverso i media o le associazioni ed enti che si occupano dei problemi in questione. Spesso i whistleblower, soprattutto a causa dell’attuale carenza normativa, spinti da elevati valori di moralità e altruismo, si espongono singolarmente a ritorsioni, rivalse, azioni vessatorie, da parte dell’istituzione o azienda destinataria della segnalazione o singoli soggetti ovvero organizzazioni responsabili e oggetto delle accuse, venendo sanzionati disciplinarmente, licenziati o minacciati fisicamente.
Attraverso la piattaforma on-line, i cittadini potranno segnalare illeciti all’ Organismo di Garanzia che effettuerà le opportune verifiche e darà avvio alle attività istruttorie. L’accesso alla piattaforma garantirà assoluta riservatezza agli utenti rendendo criptati tutti i dati inseriti da chi effettua la segnalazione.

Il progetto prevede diverse procedure di sicurezza: la non rintracciabilità del segnalante, la presenza di un protocollo informatico sicuro, la mail del segnalante criptata e nascosta agli amministratori del sistema e l’assenza di log di accesso registrato sul sistema informatico nel quale è inserita la piattaforma. La segnalazione, inoltre, è sottratta al diritto d’accesso.

È possibile accedere alla piattaforma attraverso il sito  https://cernobbio.whistleblowing.it/

(Copertina: Carlo Pozzoni)

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata