Attualità

“Ciao, sono la tua bici: verde, tecnologica e culturale”. A Como la StartUp per turisti

Biklesharing e Como, un rapporto di reciproche incomprensioni mai completamente risolto. Se il servizio Bike&Co tutto sommato – nonostante qualche difficoltà – sembra soddisfare le esigenze dei cittadini altrettanto non farebbe per i turisti. Il meccanismo di registrazione, infatti, non è abbastanza smart per la classica toccata e fuga del gitante o di chi si ferma i tradizionali due, tre giorni.

Il lettore, quella voglia primaverile di bike-sharing e il noleggio vietato a chi aggiorna l’iPhone

Così, in una città che conta una crescita esponenziale sul fronte turistico anche i privati si attrezzano. “Basta visite guidate, noiose e interminabili camminate sotto al sole cocente”, la startup SBCT – Stunning Bike Co-Tours, di via Coloniola a Como, offre un modo alternativo di fare il turista. L’attività, aperta da Sergio Malinverni e suo figlio Andrea nell’aprile 2017, offre un servizio unico nel suo genere garantendo a turisti, e non solo, la possibilità di visitare l’intera città approfondendone storia e monumenti in sella ad una bicicletta.

Con la precisa volontà di valorizzare la mobilità sostenibile e dando la possibilità di rimanere fedeli ai propri ideali anche quando si va in vacanza, i fondatori di SBCT, hanno dato vita ad un’iniziativa che mette a disposizione l’affitto di eBike (bicicletta elettrica a pedalata assistita) dotata di iPad posto sul manubrio sul quale, attraverso l’app izi.travel, sono visibili 34 luoghi da visitare percorrendo un itinerario studiato appositamente per evitare i percorsi battuti da automobili e per rimanere fuori dai circuiti turistici tradizionali.

GALLERY

Una tecnologia che permette di girare l’intera città arrivando fino al comune di Cernobbio dove, grazie ad una convenzione con l’azienda, è possibile visitare Villa Bernasconi. L’intero tour è accompagnato da un’audioguida personale in cuffia Bluetooth (conforme alle leggi vigenti del codice della strada) con spiegazione dettagliata offerta in 8 lingue. È sufficiente arrivare nel luogo d’interesse, grazie al GPS, che riconosce la posizione e avvia in automatico la registrazione.

Ma l’innovazione non si ferma qui. A fare la differenza rispetto a un tour classico è la possibilità di visionare sul dispositivo incorporato anche la trasformazione della città durante gli anni. Gli inventori della startup hanno integrato una galleria fotografica di monumenti, piazze e siti storici previsti nell’itinerario, che sollecita la curiosità del visitatore riportandolo a percorrere le varie età storiche di Como. Sapevate che in Piazza Cavour c’era una fontana che oggi si trova a New York? Avete mai visto Piazza Volta quando l’acqua arrivava alle mura degli edifici e l’unico mezzo di trasporto erano le barche?
Ovviamente nel kit in dotazione non mancano caschetto, zaino e seggiolino per bambini, indispensabili per la sicurezza stradale e la comodità di tutta la famiglia. Ogni tour, inoltre, è accompagnato da un operatore esperto per ulteriori approfondimenti, consigli ed eventuali imprevisti tecnici e di manutenzione.

Intanto dal Comune di Como fanno sapere che per il servizio di Bike&CO, appunto il bike sharing di Como e Cernobbio, è attiva una nuova promozione valida fino al 30 settembre 2018, rivolta a gruppi di persone che desiderano vivere la città in modo alternativo, sostenibile, conviviale e, soprattutto, condiviso. Una bella iniziativa per chi desidera utilizzare la bicicletta come mezzo alternativo per i propri spostamenti e contribuendo così a migliorare anche l’ambiente che ci circonda.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata