Attualità

Como, alla Riva Giardini l’appalto per il verde. Global service: come funziona, cosa prevede

E’ stato aggiudicato alla Riva Giardini l’appalto per la manutenzione del verde pubblico a partire da giugno 2019 per i successivi tre anni. L’offerta dell’azienda vincitrice è stata di 1.783.991,90 euro, pari al 21,99% di ribasso.

L’appalto di servizi e lavori di durata pluriennale (nello specifico il trienno 2019-2022) “si propone di garantire costantemente il livello contrattuale di qualità della gestione e della manutenzione del verde fruibile di proprietà comunale, provvedendo autonomamente ad attuare tutte le operazioni colturali necessarie, definite dall’elenco dei servizi a canone, da quelli a misura e dei lavori, a fronte del pagamento di stati d’avanzamento trimestrali al netto delle eventuali penali”.

Il servizio prevede che il Comune definisca innanzitutto lo standard minimo qualitativo della gestione delle aree e individui le prestazioni tecniche e gestionali definendone qualità, quantità e durata. Poi, sempre l’amministrazione attribuisce a ogni singola area verde il corrispondente “livello di manutenzione”, richiede all’impresa, attraverso rapporti informativi di servizio, che sia costantemente assicurato quanto offerto in sede di gara.

Sul piano pratico, l’appalto comprende pronto intervento e monitoraggio delle aree verdi, diserbi di pavimentazioni, diserbi di viali, piazzali, superfici pavimentate, pulitura pozzetti e caditoie nelle aree a verde, mantenimento prati e aree verdi, mantenimento prati (eventuali infestanti comprese), sfalcio di tutte le superfici compresi fossati e sponde, rifilatura dei cigli e dei marciapiedi esterni e interni alle zone verdi.

E ancora: raccolta sistematica delle foglie e dei rami caduti, smaltimento materiali di risulta, realizzazione di aiuole fiorite e fioriere con avvicendamento stagionale, potature siepi e cespugli, cura dei sistemi di irrigazione, controllo periodico degli arredi ludici e dei giochi, manutenzione cigli e marciapiedi, manutenzione del patrimonio arboreo, potatura di alberate e infine tutte le manutenzioni.

  1. Sergio

    Una cosa è certa Como ha un gran bisogno di un “servizio giardinieri”. Guardare com’è mal ridotto, dal punto di vista floreale e non solo, il lungolago da Villa Olmo a Villa Geno, senza trascurare Piazza Cavour e l’intera convalle viene da chiedersi a chi abbiamo affidato il “governo della Città”. Spero solo che l’appalto sia fatto, al più presto, con responsabilità e competenza senza trascurare “i soliti dettagli” su eventuali competenze, responsabilità, tempi d’esecuzione e penali.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata