Attualità

Como, Fridays for divieto: “C’è la crisi climatica, i negozi tengano le porte chiuse”

Anche il gruppo ambientalista comasco Fridays for Future – Como interviene nel dibattito sulla recente entrata in vigore del nuovo regolamento di Polizia Urbana.

Nello specifico, sulla pagina Facebook del gruppo, gli attivisti hanno accolto con favore il divieto per i negozi del centro storico di tenere le porte di entrata aperte mentre aria condizionata o riscaldamento sono in funzione.

“Le azioni necessarie per ridurre l’impatto ambientale della nostra città sono di ben altra portata, ma anche il risparmio energetico conseguente a questa norma ha una valenza simbolica e pratica, per quanto piccola – si legge nella nota social – riteniamo quindi giusto chiedere agli esercizi commerciali di ridurre i consumi di energia e le relative emissioni clima alteranti, visto che ci troviamo nel bel mezzo di una crisi climatica”.

FRIDAYS FOR FUTURE: TUTTE LE CRONACHE

Il post si conclude poi con un invito molto chiaro di denunciare gli esercizi che non rispettano la nuova regola: “Ora facciamo applicare questa norma! Vi invitiamo a segnalarle alla polizia locale eventuali situazioni di infrazione”

Il divieto sancito dal nuovo regolamento coincide, tra l’altro, con una delle richieste che Fridays for Future Como ha presentato lo scorso giugno al Comune di Como.

Fridays for Future terrà anche un incontro, domani sera all’Asylum di Camerlata, dal titolo “Ciclabilità a Como: è davvero possibile?” sul tema di una maggiore apertura della città a forme di mobilità alternative, argomento ormai di rilevanza visto il destino incerto della Eurovelo 5.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata