Attualità

Nello Scavo premiato da Articolo 21 con Saviano e Zoro. Orgoglio comasco

Nello scavo è un collega di quelli bravi. Penna preziosa ma, più di tutto, reporter capace di incarnare profondamente il senso del racconto, dell’inchiesta, della scoperta. Nello Scavo nobilita un mestiere troppo spesso unilaterale, fagocitato da desk saturi di comunicati stampa, sempre più incapace di mediare e equilibrare il potere,  inchiodato nelle redazioni.

Dopo gli esordi a Catania per “La Sicilia” e le collaborazioni con alcune testate nazionali, dal 2001 è giornalista di “Avvenire”. Reporter internazionale, cronista giudiziario, corrispondente di guerra, collabora con diverse testate estere.

Le sue inchieste sono state rilanciate dalle principali testate del mondo, fra cui The New York Times, The Washington Post, The Independent, Le Monde, Huffington Post, La Croix, BBC, CNN, Clarin, La Nacion, El Pais, El Mundo e altri. Negli anni, ha indagato sulla criminalità organizzata e il terrorismo globale, firmando servizi da molte zone “calde” del mondo come la ex-Jugoslavia, la Cambogia e il Sudest asiatico, i paesi dell’ex Urss, l’America Latina, il Corno d’Africa e il Maghreb.

Nel settembre 2017 è riuscito a introdursi in una prigione clandestina degli scafisti libici, raccontando in presa diretta quali siano le condizioni dei migranti intrappolati. Nel 2016, dopo aver percorso e raccontato per oltre un anno la rotta terrestre dei Balcani, insieme a carovane di profughi, è stato in Siria scoprendo le catacombe dove sono tornati a vivere i cristiani sotto i bombardamenti. Nel 2011 è stato tra i primi al mondo a entrare insieme a CNN, Reuters e New York Times nella città di Mogadisho, mentre la capitale somala veniva devastata da una nuova ondata di combattimenti.

Tra gli altri, ha scritto “La lista di Bergoglio” (Emi, 16 lingue – 60 paesi) “I sommersi e i salvati di Bergoglio” (Piemme-Mondadori, tradotto in oltre 20 paesi). “Perseguitati” (Piemme-Mondadori, in via di traduzione per l’estero). “Bergoglio e i libri di Esther. L’amicizia tra il futuro papa e la rivoluzionaria desaparecida” (Città Nuova, 2017). L’ultimo libro è “Fake Pope. le false notizie su Papa Francesco” (San Paolo, 2018).

Ecco, Nello Scavo sarà premiato con Roberto Saviano e Zoro per “la difesa dei valori racchiusi nella nostra Costituzione”. Il collega, siciliano ma ormai comasco a tutto tondo, riceverà il riconoscimento di Articolo 21 questa sera a Roma nel giardino della Casa internazionale delle Donne (premiata) luogo simbolo dell’autodeterminazione femminile, diventato un grande laboratorio che intreccia accoglienza, aiuto. “Articolo21 assegnerà il suo premio annuale per la libertà di informazione a altre figure che si sono distinte per la difesa dei valori racchiusi nella nostra Costituzione”.

Presenti per ritirare il premio Aboubakar Soumahoro, l’italoivoriano dirigente sindacale Usb che si batte per i diritti dei braccianti; il conduttore di “Propaganda Live” Diego Bianchi (Zoro) e il direttore di La7 Andrea Salerno che hanno acceso i riflettori sulle baraccopoli di San Ferdinando dove è stato ucciso Soumaila Sacko; lo scrittore Roberto Saviano; Tina Costa, staffetta partigiana e presidente vicario dell’Anpi di Roma che ha dato in questi decenni un alto contributo nella lotta al fascismo vecchio e nuovo; il giornalista Nello Scavo, autore per Avvenire di importanti reportage dalla Libia su migranti e guardia costiera libica e recentemente del libro “The Fake Pope”, sugli insulti e le calunnie contro Papa Francesco. Mariangela Gritta Grainer già presidente dell’Associazione Ilaria Alpi a pochi giorni dalla scomparsa della madre Luciana e in attesa del pronunciamento del Tribunale di Roma sull’archiviazione.

Presente Giulio Cavalli, attore, scrittore e regista. Nel 2009 mise in scena il monologo Do ut Des, spettacolo teatrale su riti e conviti mafiosi. A causa delle minacce mafiose ricevute a seguito della messa in scena di questo spettacolo spettacolo, gli è stata assegnata una scorta. Inoltre saranno presenti gli studenti e i docenti di alcune scuole di Roma e del Lazio che hanno preso parte al concorso sulla libertà d’informazione promosso da Articolo 21, Fnsi, Miur e Associazione Italiana Costituzionalisti.

“La festa sarà l’occasione per confrontarci sulle gravi emergenze che pesano sulla vita democratica del nostro paese: l’odio verso l’altro, il diverso, che arriva fino all’omicidio, come avvenuto per la morte di Soumaila Sacko a San Ferdinando la lotta alle mafie cancellata dall’agenda di governo, mentre nel mirino finisce chi contro le mafie si batte da sempre pagando di persona; la repressione del dissenso che preme su cronisti e media; la cancellazione della memoria e l’indifferenza per le richieste di verità e giustizia che arrivano da familiari e cittadini per i grandi misteri della nostra storia recente, dall’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin a Giulio Regeni; i respingimenti dei disperati che cercano scampo sulle nostre coste. Durante la serata ci sarà spazio anche per ricordare la repressione nei confronti della stampa libera in Turchia e della situazione dei media sotto attacco in altri paesi, anche europei, con la proiezione del reportage di Antonella Napoli, a Istanbul per Articolo 21 e Fnsi al processo ai redattori e ai vertici editoriali di Cumhuriyet, storico quotidiano turco di opposizione, che si è concluso con la condanna di 13 giornalisti lo scorso 25 aprile. La festa avrà il consueto accompagnamento musicale, un momento di cultura e svago insieme che fa parte del patrimonio della nostra associazione. Daniela Amenta e Nicola Alesini si esibiranno in un racconto per voce e sax tra Emigrazione e Resistenza. Ci sarà anche un buffet, per il quale chiederemo ai partecipanti un piccolo contributo economico: Articolo 21, come ben sapete, vive del volontariato di tutti noi e delle quote che iscritte e iscritti sottoscrivono, consapevoli che questa forma di autofinanziamento è ulteriore garanzia di assoluta indipendenza. Vi aspettiamo in tante e tanti! Per prenotarvi scrivete a: redazione@articolo21.info

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata