Attualità

VIDEO Il canto della giovanissima Rebecca ha acceso l’albero di Natale dei Balocchi

La splendida voce della giovanissima Rebecca Salsini ha accompagnato l’accensione del grande albero di Natale della Città dei Balocchi, che si è illuminato alle 18.45 in piazza Grimoldi dove resterà fino al prossimi 6 gennaio 2019. Presente, oltre al patron della kermesse Daniele Brunati,nche il sindaco di Como, Mario Landriscina.

Rebecca Salsini non vede ma con la sua voce è in grado di mostrare agli altri mondi straordinari. Ha 11 anni, abita a Senna Comasco e frequenta la scuola media F. Anzani di Cantù. “L’ho scelta perché c’è l’indirizzo musicale” spiega la bambina, che oltre a cantare suona il pianoforte; così, anche nelle ore scolastiche, può studiare musica, la sua grande passione. “Ho iniziato a cantare quando avevo 4 anni perché mio nonno mi ha regalato il cd con ‘Mamma son tanto felice’ di Luciano Pavarotti e mi piaceva canticchiarla con lui in macchina. E’ diventato il mo cavallo di battaglia”. Partendo dalla vetta, non poteva che provare a superarla. Tra i brani che più le piace interpretare infatti ci sono quelli di Mina e di Adele.

La sua voce è ormai conosciuta in provincia di Como, tanto che lo scorso sabato con essa ha allietato i presenti alla cerimonia di consegna degli Abbondini d’oro che si è tenuta a Villa Olmo. Un successo che replicherà questa sera alle 18.30 in piazza Grimoldi di fronte ad una platea molto più ampia. Con le sue canzoni infatti Rebecca è protagonista dello spettacolo per l’accensione dell’albero di Natale della Città dei Balocchi. Certo sarà un’emozione unica ma nel cuore di questa bambina per il momento c’è un posto speciale solo per il suo primo vero e proprio concerto che si è tenuto a settembre dell’anno scorso a Casnate con Bernate. “E’ stata la mia esibizione preferita” racconta Rebecca.

A soli 11 anni ha già una piccola carriera alle spalle tra concorsi, concerti e partecipazioni a diverse manifestazioni. Ma il sogno qual è? “Fare la cantante ovviamente ma soprattutto riuscire ad esibirmi al Teatro alla Scala di Milano” risponde la piccola che, in attesa di realizzare i propri sogni, sta preparando un musical che andrà in scena il prossimo anno. “Sarò Alice da bambina in una rappresentazione di ‘Alice nel paese delle meraviglie'” spiega sorridente.

Dopo l’accensione del grande albero di Natale si prepara un altro intenso fine settimana per Como Città dei Balocchi. Si inizia domani venerdì 7 dicembre, con l’arrivo della motonave Manzoni sulla ex Passeggiata Amici di Como del lungolago dove fino a lunedì bambini e adulti potranno trovare Il Battello dei Sapori & dei Mestieri e poi l’inaugurazione di Caro Babbo Natale allo Spazio Natta e il laboratorio Un dono per la nostra città gentile. Sabato 8 dicembre grande attesa per l’inaugurazione della Mostra dei Presepi nella chiesa di San Giacomo. Poi il Natale in divisa, gli artisti di strada, Natale in Casa Giovio al Museo Giovio, 60+1 storie di oggetti per la famiglia di ieri, oggi e domani al Broletto.

GALLERY SFOGLIA

IL BATTELLO DEI SAPORI & DEI MESTIERI

Ex Passeggiata Amici di Como

Venerdì 7- lunedì 10 dicembre

Grazie alla disponibilità della Navigazione Lago di Como, alla Città dei Balocchi sarà presente la motonave Manzoni, varata nel 1956 e recentemente sottoposta a un’attenta opera di restauro. A bordo ospiterà diverse attività.

Baking Show

La Fondazione Enaip Lombardia, presente sul territorio con i centri servizi formativi e di orientamento di Como e Cantù, fortemente radicati nelle tradizioni produttive e nella storia sociale e culturale delle rispettive comunità. La filosofia formativa di Enaip punta ad aiutare le persone, in particolare i giovani, a essere protagoniste del proprio cambiamento. Ed è nel territorio, come è ben visibile nella “Città dei Balocchi”, che nascono occasioni e stimoli che completano operativamente le professionalità. Saranno proposti laboratori creativi con pasta di pane per bambini e … nonni; dimostrazioni per Il dolce del Natale e per decorare i biscotti per l’albero di Natale e si parlerà anche dei dolci comaschi.

07 dicembre 2018

ore 15.00-17.00 laboratorio creativo con pasta di pane per bambini e … nonni

08 dicembre 2018

ore 10.00-12.00 dimostrazione una proposta per “Il dolce del Natale”

ore 15.00-17.00 laboratorio per i bambini “Decoriamo i biscotti per l’albero di Natale

09 dicembre 2018

ore 10.00-12.00 dimostrazione di un’altra proposta per “Il dolce del Natale”

ore 15.00-17.00 laboratorio per i bambini “Decoriamo i biscotti per l’albero di Natale

ore 17.00-18.30 parliamo dei dolci comaschi

10 dicembre 2018

ore 15.00-16.00 laboratorio per i bambini “Decoriamo i biscotti per l’albero di Natale

ore 16.00-17.00 laboratorio per i bambini “Mani in pasta”

Pizzi, Cuori & Merletti

Dal 7 al 10 dicembre, verrà proposta una dimostrazione della lavorazione del pizzo di Cantù a cura delle Merlettaie della Cooperativa Produzione Merletti, che per il 25esimo anniversario di Città dei Balocchi, hanno preparato un disegno speciale a forma di cuore. Una lavorazione tradizionale che si tramanda tuttora di generazione in generazione grazie alla Cooperativa, attiva dal 1920, che ha mantenuto fino ad oggi questa antica arte del ricamo a mano.

Letture Sul Battello

Dal 7 al 9 dicembre ABIO – quest’anno insignita dell’Abbondino d’Oro – sarà presente a bordo della Motonave Manzoni per regalare ai bambini momenti fiabeschi. Le volontarie

dell’associazione comasca interpreteranno storie natalizie, e non solo, nello splendido panorama del primo bacino del lago di Como.

CARO BABBO NATALE

Spazio Natta

Inaugurazione venerdì 7 dicembre ore 18.00

Aperto fino al 24 dicembre – Ore 10.00 – 12.30 e 15.30 – 18.00

Babbo Natale moltiplicato per centinaia di volte: quest’anno Comocuore ha deciso di fare le cose in grande e in prospettiva natalizia ha dato vita alla terza edizione di “Caro Babbo Natale”, la mostra che si svilupperà all’interno dello Spazio Natta di via Natta con l’esposizione di circa 500 statuine dedicate a Babbo Natale e un numero imprecisato di presepi. Parallelamente verranno organizzati eventi collaterali per intrattenere il pubblico, e in particolare i bambini che visiteranno la rassegna. Grazie dunque all’aiuto fondamentale di Federica Frigerio, Carlo Bertani e Maria Bettoni Terragni (i collezionisti che hanno accettato di buon grado l’invito) la mostra si annuncia piena di fascino e di attrattiva non solo per i bambini. E proprio per cercare di catturare l’attenzione di tutti, Comocuore e Consorzio Como Turistica hanno messo a punto una serie di eventi collaterali sempre nel segno di Babbo Natale. La mostra, infatti, sarà visitata dagli alunni delle scuole. Nel giardino prospiciente lo Spazio Natta, inoltre, verrà allestito un “bosco incantato” con alberi, slitte e animali per creare una magica atmosfera natalizia. Sempre nello stesso giardino verrà anche posizionata la cassetta delle letterine per Babbo Natale dentro la quale ogni bambino potrà infilare la sua letterina già preparata a casa, oppure potrà scriverne una al momento su un foglio realizzato per l’occasione (con tanto di timbro speciale) da parte dell’associazione. Nei fine settimana di apertura della mostra (8-9 e 15-16 dicembre) oltre che nei giorni 22 e 23 dicembre è prevista la presenza di un Babbo Natale in carne ed ossa che racconterà fiabe di carattere natalizio ai bambini che con i loro genitori visiteranno la mostra.

UN DONO PER LA NOSTRA CITTÀ GENTILE

Biblioteca comunale

Venerdì 7 dicembre, dalle ore 15.00

“COnTatto: trame riparative nella comunità” opera per la creazione di una comunità capace di accogliere e superare i conflitti con azioni di mediazione efficaci, come l’abile sarto che sa ricucire un tessuto lacerato”. I bambini potranno narrare attraverso disegni e parole il loro dono alla città intesa come collettività, come comunità che li accoglie e li educa dando spazio ai loro sogni e desideri. Verrà parzialmente allestito uno spazio-narrazioni che si arricchirà, via via, degli elementi costruiti durante i laboratori. La dimensione del dono alla comunità sarà rappresentata da un pannello che raccoglierà tutti i disegni, le parole, i suoni, i desideri, come su un grande tavolo da lavoro, come in una ricetta conterrà tutti gli ingredienti che serviranno per cucinare ad Arte il più bel regalo di Natale alla Città: i sogni dei bambini! Anche i genitori saranno coinvolti nella costruzione dell’albero dei sogni e desideri della nostra città gentile!

Si prevedono 4 narrazioni animate di fiabe scelte o scritte appositamente per l’evento.

Preferibile prenotazione tel. 3421472268

MOSTRA DEI PRESEPI

Chiesa di San Giacomo

Sabato 8 dicembre – Inaugurazione ore 15.30 con il coro della Scuola dell’Infanzia Raschi in piazza Grimoldi

Aperta fino al 6 gennaio – Ore 10.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00

Il presepe è una tradizione molto sentita e, naturalmente, Città dei balocchi è sempre lieta di dedicare un capitolo speciale alla rappresentazione della natività, vero fulcro di queste feste. Una tradizione antica che affonda le proprie radici nel Medioevo, con San Francesco, ma più viva che mai e che oggi, grazie alla creatività, si veste talora di nuovi materiali e forme, pur conservando il senso profondo originale. L’evento è realizzato grazie alla collaborazione con la Chiesa Cattedrale, con il sostegno di UniCredit. Tra gli artisti che espongono nella Chiesa di San Giacomo (professionisti, appassionati, singoli o associazioni) c’è chi ama rifarsi allo stile classico e chi invece predilige interpretazioni artistiche e personali. Una collaborazione importante quest’anno sarà con il Museo Etnografico di San Pietroburgo da cui arriveranno alcuni presepi in mostra. Altre collaborazioni di rilievo con i Cantieri nautici Riva con un presepe allestito all’interno di un’imbarcazione storica; i Cavalieri del Presepe Sommerso; l’artista Emilio Vantadori che presenta un trittico in creta. Da sottolineare l’opera Home-Una casa nell’albero dell’artista Florencia Martinez, un’opera figurativa fatta di tessuti cuciti tra loro che simboleggia l’idea del dono, presente alla Mostra dei Presepi grazie alla collaborazione con StreetScape7.

L’inaugurazione è in programma l’8 dicembre alle ore 15.30 e sarà allietata dalle voci dei bambini della Scuola Infanzia Raschi.

NATALE IN DIVISA

Sabato 8 e domenica 9 dicembre: POLIZIA PENITENZIARIA – Via Maestri Comacini – Ore 10-18

Sabato 8 dicembre: POLIZIA DI STATO – Piazza Volta – Ore 10:00 – 18

Domenica 9 dicembre – CARABINIERI – Piazza Volta – Ore 14:00 – 18

Educare i bambini all’assunzione delle responsabilità richiede impegno e capacità di saper orientare senza essere impositivi e direttivi. Grazie all’attività di Educazione Civica proposta gratuitamente nell’ambito di Como Città dei Balocchi, i più giovani vengono educati, attraverso il gioco, al rispetto reciproco, stimolando valori importanti come l’onestà, la coscienza di sé e degli altri, la pace, l’ecologia. Diventeranno per un giorno piccoli agenti delle forze dell’ordine imparando in modo divertente a diventare i responsabili cittadini di domani.

NATALE ALLINCIRCO

Artisti di strada

8 dicembre – Via Garibaldi ore 16.00 e piazza Grimoldi ore 17.45

Inizia un’avventura che porterà alla formazione della prima famiglia circense di Como. Adulti e bambini verranno coinvolti testando le proprie abilità in giochi di acrobatica, clownerie e giocoleria. Prove di equilibrio e coraggio porteranno solo i più temerari. E poi un Clown, una valigia e tante sorprese, in uno spettacolo in cui il pubblico sarà fortemente coinvolto, non solo come spettatore, ma anche come protagonista in una battaglia a colpi di piatti… e risate! Improvvisazione, interazione e comicità per un risultato esilarante.

NATALE IN CASA GIOVIO, LA VERA STORIA DEL CAVAL DONATO

Museo Giovio

8 dicembre – 30 dicembre

Per il secondo anno consecutivo i destrieri del Museo del Cavallo Giocattolo torneranno ad abitare le preziose stanze e i cortili del museo archeologico della città, un tempo casa della famiglia Giovio. In questa XXV edizione di Como Città dei Balocchi, i veri protagonisti saranno i cavalli giocattolo giunti nella collezione del Museo tramite donazione. La collezione del Museo infatti cresce costantemente grazie all’affetto dei suoi visitatori, e dal 2000, anno dell’apertura, il numero dei cavalli esposti è quasi che raddoppiato. In 18 anni non sono mancati doni particolarmente preziosi e unici, ma, come suggerisce l’antico proverbio “a caval donato non si guarda in bocca”, tutti i cavalli giocattolo sono doni graditi e il Museo è onorato di ricevere oggetti così ricchi di affetto e ricordi. Alcuni, seppur a un primo sguardo possono sembrare di poco valore per dimensioni, materiali o stato di conservazione, trasmettono l’enorme valore affettivo che racchiudono in sé. Bertin, Valdo, Las Tunas, Zaccheo, Marino, Roberto, Paolo Natalino e tanti altri amici non vedono l’ora di raccontare a tutti i bambini la loro storia. Ogni cavallino è come un nonno che racconta favole e ne ha sempre una nuova da raccontare. Raccontano di sé, dell’azienda o di chi con amore l’ha prodotto, raccontano la storia di una nazione, del legame che si è creato con chi ci ha giocato. Raccontano di famiglie. Ma il Natale in casa Giovio è molto altro ancora. È una giostra dal sapore antico, sono spettacoli teatrali, laboratori creativi, concerti, racconti e tantissime altre sorprese per tutti i bambini. Tutti i giorni: Ore 15.30 visita narrata. Ore 16.00 laboratorio creativo. Ore 16.45 spettacolo teatrale Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Dall’8 al 23 dicembre – sabato e domenica: 10.30-12.30 e 15-18

Dal 27 al 30 dicembre – tutti i giorni: 10.30-12.30 e 15-18

Chiuso il lunedì e il 24-25-26 dicembre

60 + 1 – STORIE DI OGGETTI PER LA FAMIGLIA DI IERI OGGI E DOMANI

Palazzo del Broletto,

8 dicembre – 5 gennaio

Un viaggio nel tempo fatto di tenerezza e sorpresa, di innovazioni e curiosità, per conoscere, un poco di più, il brand icona del mondo dell’infanzia, che da sessant’anni accompagna le famiglie nella straordinaria avventura del crescere. Protagonisti saranno gli oggetti di produzione industriale. Sono entrati nelle case di generazioni di italiani, hanno fatto la storia, plasmato un immaginario, segnato le tappe del progresso tecnologico e, soprattutto, accompagnato la più delicata e forte tra le storie d’amore, quella tra genitori e figli. Per la prima volta escono dall’archivio storico di Chicco, un tesoro di cultura d’impresa finora non accessibile al pubblico. Oggetti che raccontano storie. La storia di Chicco innanzitutto, ma anche le storie delle famiglie che li hanno utilizzati nelle loro case. In mostra saranno esposti 60 oggetti per raccontare i primi sessanta anni di Chicco. I giocattoli hanno un fascino del tutto particolare, come la Casina delle Api, uno tra i primi giocattoli sviluppati e prodotti da Chicco: un variopinto gruppo di piccole api in volo che danzano sopra la culla al suono di una dolce musica che ha ancora la capacità di richiamare i ricordi più belli della nostra infanzia. Altri giocattoli, invece, sono stati grandi compagni di avventura per i bambini, come il Chicco Rodeo, perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione.

Una speciale attenzione è rivolta ai più piccoli. A guidarli al meglio alla scoperta degli oggetti in mostra sarà la mappa di una caccia al tesoro che verrà consegnata ad ogni bambino. La mostra diventa, così, un gioco e uno spazio dove i bambini possono allo stesso tempo divertirsi e imparare. Tutti i sabati e le domeniche alle ore 17 un animatore museale guiderà i bambini e le famiglie alla scoperta del tesoro delle api.

Orari fino al 23 dicembre – sabato e domenica: 10.30-12.30 e 15-19. Dal martedì al venerdì: 15-19

Orari dal 27 dicembre al 5 gennaio – dal martedì alla domenica: 10.30-12.30 e 15-19

Lunedì 26 dicembre e Martedì 1 gennaio: 15-19. Chiuso il lunedì e domenica 25 dicembre

NATALE IN TEMPO DI GUERRA

MU.R.A.C. – Museo Rifugi Antiaerei Como, via Italia Libera,

8 – 16 dicembre e 6 gennaio – ore 15.00 – 18.00

Nei sotterranei della storica palazzina della Croce Rossa di Como, è stato allestito il MU.R.A.C. – Museo Rifugi Antiaerei Como, proprio negli spazi che, in tempo di guerra, ospitarono uno dei più grandi rifugi della città in cui la popolazione si radunava per timore dei bombardamenti. Anche in tempo di Natale. Dalla documentazione raccolta – centinaia di documenti, immagini, reperti e testimonianze – emerge la storia di una città sotterranea dimenticata, uno sguardo da un singolare punto di vista su un drammatico momento storico da consegnare alla memoria attraverso un percorso suggestivo e articolato, grazie ai volontari e alle volontarie della sezione di Como della Croce Rossa Italiana.

CONCORSO FOTOGRAFICO

Fino al 7 gennaio

Per la sua 25ª edizione, Città dei Balocchi, con la preziosa collaborazione degli amici Igerscomo, ripropone il concorso fotografico dedicato ai tanti amatori che, come ogni anno, incorniciano l’incredibile atmosfera che l’evento regala nella splendida città di Como. Anche quest’anno sono due i temi scelti per partecipare al concorso: Magic Light Festival e Mostra dei Presepi. Si può partecipare via Email, Facebook e Instagram abbinando l’utilizzo dell’hashtag ufficiale #instabalocchiAmo.

SOLIDARIETÀ

Molteplici le iniziative di solidarietà di Como Città dei Balocchi, sia direttamente che attraverso associazioni di volontariato. La Croce Azzurra ha potuto acquistare un veicolo Fiat Ducato allestito come ambulanza grazie alla Pista del Ghiaccio. Sempre lo scorso anno sono state attuate iniziative dirette a sostegno de La Nostra Famiglia, i bambini in ospedale, i figli dei carcerati, gli anziani della Ca’ d’Industria. Verrà replicata l’iniziativa realizzata in collaborazione con Siticibo che presso le casette del Mercatino di Natale ritirerà generi alimentari per distribuirli alle mense per i bisognosi della città. E poi le migliaia di giocattoli che regaleranno Babbo Natale e la Befana o che saranno destinati direttamente a scuole, parrocchie, case di accoglienza di minori, un importante contributo a tutte le famiglie che magari stanno vivendo momenti difficili e che potranno contare su Città dei Balocchi per avere un regalo da mettere sotto l’albero.

Inoltre, il Mercatino di Natale ospita tre Casette della Solidarietà destinate gratuitamente alle associazioni di volontariato che ne fanno richiesta, anche quest’anno in numero record, oltre 40, che possono presentare la loro attività e proporre iniziative di condivisione:

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata