Attualità

Como, riaperti Informagiovani e Oasi di Rebbio. Bonduri: “Vicini a ragazzi e ai più fragili”

Hanno riaperto i servizi del Comune di Como che si rivolgono ai giovani e agli adolescenti: il Centro di aggregazione giovanile (Cag) Oasi di Rebbio e l’Informagiovani, gestiti dalla Cooperativa Lotta contro l’emarginazione.

Il Cag Oasi è un servizio educativo ad accesso libero e gratuito nel parco Negretti (in via Negretti, a Rebbio). Il Cag promuove e organizza anche iniziative sul territorio, in rete con le associazioni e la parrocchia di Rebbio, in particolare nel parco che la circonda.

Al Cag i ragazzi delle medie e delle superiori possono incontrarsi e sperimentarsi in laboratori, percorsi di cittadinanza e volontariato, possono fare i compiti grazie a operatori e volontari. E’ aperto ai ragazzi delle scuole medie il lunedì e il giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 19, ai ragazzi delle superiori il venerdì dalle 16 alle 19.

Riaperto anche l’Informagiovani, in via Vittorio Emanuele II 98, il venerdì dalle 14.30 alle 17.30.
E’ un servizio del Comune di Como rivolto ai giovani che cercano lavoro o che hanno bisogno di una guida per scegliere la scuola o un corso di formazione. Un operatore esperto in orientamento lavorativo e scolastico potrà guidarli nella ricerca del percorso giusto per loro, inoltre l’Informagiovani può aiutare i ragazzi a sviluppare o realizzare un’idea o un progetto.

Oltre alle aperture ordinarie, sono in programma appuntamenti speciali a partire dal mese di marzo: il venerdì alle ore 17 l’Informagiovani proporrà alcuni incontri tematici sui viaggi di studio all’estero, sulle opportunità di lavoro nell’Unione Europea, sul volontariato europeo.

“Sono stati riattivati due servizi rivolti ai ragazzi – commenta l’assessore alle Politiche educative Alessandra Bonduri – che possono accompagnarli in diversi percorsi di crescita. Anche attraverso la scelta di mettere a disposizione l’Informagiovani e il Cag l’amministrazione conferma la propria vicinanza ai ragazzi, alle loro famiglie, alle fragilità. Insieme alle realtà del territorio si lavora per rafforzare la rete che contribuisce alla formazione dei giovani nel loro percorso personale e professionale”.

  1. Vincenzo

    Bravissima Assessore Bonduri! Un’iniziativa per i giovani, per la città e per gli ultimi! Como le chiede un impegno costante e questa e le altre attenzioni che ci sta riservando non possono che essere accolte con gioia! Continui così! Cordialmente, Vincenzo.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata