Attualità

Como, rivoluzione via Cecilio: Coop può costruire. E arriva la rotonda Decathlon

Si fa sempre più vicina la doppia rivoluzione che interesserà, nell’arco di una manciata di metri, via Cecilio a Como. Lungo l’arteria che unisce Rebbio con Lazzago e i rami dalla A9 apriranno a breve i 4mila metri quadrati di Decathlon, il marchio celeberrimo tra gli sportivi, e la nuova media superficie della Coop.

Coop come noto occuperà – previa demolizione delle vecchie strutture – l’area che fino a due 3 anni fa erano occupata dalla Sca, concessionaria Mercedes. E proprio per questa operazione c’è la vera novità della ultime ore, perché il Comune di Como il 17 maggio scorso ha concesso il definitivo permesso di costruire a Coop Lombardia. Dunque, al civico 4 di via Cecilio, ora sorgerà la media struttura di vendita alimentare e non alimentare, con relativi spazi di servizio e posti auto privati, oltre alla realizzazione di un parcheggio a uso pubblico, un percorso ciclopedonale e altre opere accessorie per il miglioramento della viabilità generale in zona.

Via Cecilio a Como

Si tratta del primo tassello di una trasformazione dell’asse di via Cecilio che si completerà più avanti al civico 15 con l’arrivo dei 4mila metri quadrati della Decathlon, il cui store sorgerà sulle ceneri dell’ex Como Gros, il cui precedente edificio tuttora visibile sarà abbattuto.

Questo comporterà diverse modifiche anche sostanziali alla viabilità.

Nello studio generale del progetto si legge infatti che sono previsti: risagomatura dei rami di accesso all’anello di rotazione della rotatoria di via Cecilio e di via Del Dos con l’obiettivo di creare le doppie corsie di accesso e aumentare l’ampiezza del fronte delle isole spartitraffico; inserimento di una rotatoria urbana di medie dimensioni all’altezza della nuova struttura commerciale; creazione del controviale di accesso alle attività localizzate lungo il tratto terminale di via Cecilio (Decathlon, Toys giocattoli, ristorazione); canalizzazione degli accessi alla rotatoria Cecilio, Paoli, Magni mediante creazione della doppia corsia separata lungo l’asse di via Cecilio; inserimento della pista ciclabile lungo via Cecilio nel tratto compreso all’interno dell’area di intervento.

Il nuovo tratto di pista ciclabile entrerà a fare parte del circuito cittadino.

  1. Larix

    “Il nuovo tratto di pista ciclabile entrerà a fare parte del circuito cittadino.”
    Sì, il (corto) circuito lariano, dove la lunghezza di ciclabile pro-capite è la più breve d’Europa e le buone idee vanno a massa.
    Ma del progetto di piste ciclabili della giunta Lucini, che ne è stato? Avremo una ciclabile di 300 metri (in salita, o in discesa per gli ottimisti) che unirà due rotonde e pochi altri spezzoni sparsi per la città come schegge di un progetto andato in frantumi.
    Che tristezza!

  2. Comino

    L’articolo, condivido il sarcasmo ma consideri che, piano piano (piano piano piano….) se per ogni nuova opera su inizia a realizzare un pezzetto di ciclabile prima o poi, quando meno ce lo aspetteremo, ci troveremo con una discreta copertura. Certo è che almeno i progetti approvati potrebbero andare avanti… Mi chiedo anch’io dove si sia perso quello della precedente giunta!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata