Attualità

ComoCalor, esplode la polemica. Guarisco e Magatti: “I vertici chiariscano, chi risponde?”

Non si placa la polemica politica sul guasto alla rete ComoCalor – con riverberi pesantissimi anche su quelle di acqua e gas – che ieri ha creato enormi disagi ai centinaia di cittadini. Oggi tornano ad affondare i colpi sia il consigliere comunale del Pd, Gabriele Guarisco, sia il capogruppo di Civitas Bruno Magatti.

“Purtroppo, e nonostante le rassicurazioni, l’interruzione del teleriscaldamento si è prolungata anche nella giornata odierna e il disagio per molti cittadini è proseguito: in questo senso ho ricevuto diverse segnalazioni di utenti di Comocalor residenti ad Albate – rilancia Guarisco – Oltre al ripristino dei servizi, è necessario sapere che cosa è successo, anche per evitare che si possa ripetere in futuro una simile situazione: il Comune di Como, che nomina i vertici della società, è titolato ad avere un chiarimento e ritengo che un confronto in commissione consiliare con Comocalor sia opportuno”.

“Se l’interruzione del teleriscaldamento dovesse ancora continuare, il Comune, così come ha risposto insieme ai volontari di protezione civile per il guasto alla rete dell’acquedotto che si è verificato ieri, dovrebbe valutare la possibilità di ospitare almeno le persone anziane in strutture riscaldate, ad esempio aprendo i centri civici nei quartieri interessati”, conclude il consigliere del Pd.

Parole simili anche da Magatti. “Qualcuno dovrà assumersi la responsabiltà di quanto accaduto ieri ma anche nelle settimane e nei mesi scorsi – incalza il capogruppo di Civitas – E’ vero che il Comune c’entra ormai poco o nulla in ComoCalor, ma nello stesso tempo i disservizi e disagi li soffronto i cittadini e i servizi pubblici, come dimostra la scuola di Salita Cappuccini rimasta al freddo stamane (emergenza rientrata lentamente dalla tarda mattina, ndr)”.

“Qualcuno dovrà comunque rendere conto – conclude Magatti – Chi svolge le manutenzioni alla rete? Quali sono stati gli investimenti degli ultimi anni? Come si può pensare che il sistema del teleriscaldamento possa attrarre nuove utenze, con questo tipo di disagi? A tutto queste questioni aperte urgono risposte chiare, la situazione sembra fuori controllo”.

  1. Magatti per gli ultimi 2 anni risponde super Mario, ma per i 5 precedenti c’era la giunta di cui lei e l’altro Mario facevate parte: voi avete investito e/o controllato le nomine di comocalor?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata