Attualità

Comune e Confcommercio, patto per il Mercato Coperto. “Intanto via i banchi vuoti”

Collaborazione per rilanciare il Mercato Coperto di Como. Con questo spirito, questa mattina, è nata la visita alla struttura dell’assessore al Commercio Marco Butti, con i tecnici del Comune. Una tappa utile anche per parlare con i commercianti che lavorano tra gli storici banchi.

Durante il sopralluogo l’assessore Butti è stato accompagnato dall’esponente di Confcommercio, Carlo Tafuni, che ha voluto e promosso l’incontro.
“Come è arrivata la richiesta – spiega Butti – abbiamo aderito immediatamente. Anche perchè l’obbiettivo è quello di far diventare queste visite una consuetudine periodica. Si parte ufficialmente con oggi.”
Nel corso del sopralluogo l’assessore e i tecnici hanno preso atto delle problematiche e delle criticità segnalate dagli operatori.
In primis, la pulizia sopra le reti anti intrusione contro i volatili che sarà fatta a breve. Intervento in apparenza minimale ma che in realtà richiederà un’attenzione particolare per evitare la contaminazione dei prodotti freschi esposti sulle bancarelle.

Altra iniziativa in cantiere, la chiusura di alcuni banchi che ormai non sono più attivi, con l’obbiettivo di guadagnare spazio.
Oltre a questo, altre difficoltà riscontrate riguardano per lo più lo stato generale del complesso e che verranno relazionate nel dettaglio al sindaco per poter partire con un piano di rilancio. L’idea, successivamente, è quella di incaricare il settore competente per pianificare una serie di interventi strutturali.  “Vogliamo indirizzare l’impegno della nostra amministrazione verso una realtà che merita attenzione – continua Butti – visto che ci sono donne e uomini che quotidianamente mettono tempo, fatica e passione nel loro lavoro”.

Quella di oggi, quindi, è stata una valida occasione per dialogare direttamente con tutti coloro che vivono il Mercato Coperto ogni giorno. Da ognuna delle parti è stata ribadita la volontà di collaborare efficacemente al rilancio di questo spazio cittadino, già riconosciuto tra i “Mercati a valenza storica di tradizione” di Regione Lombardia. Ricordiamo infatti che il regolamento del Mercato Annonario (un altro nome con cui è conosciuto il Mercato Coperto) risale al 1934.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata