Attualità

Confesercenti: “Camera di Commercio promuova Como, non ripiani solo debiti di società”

La vicenda del no all’arrivo a Como e provincia della trasmissione di Sky “4 Ristoranti” condotta da Alessandro Borghese ora finisce in una rovente polemica. Ad andare all’attacco della Camera di Commercio che ha pronunciato l’ormai celeberrimo “niet” è Confesercenti Como con una nota ufficiale durissima.

“Una grande opportunità di promozione del territorio persa – scrivono i vertici di Confesercenti – Risulta sinceramente incomprensibile il rifiuto della Camera di Commercio di Como di accogliere la trasmissione “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese a fronte della richiesta di stanziamento di 10mila euro e dell’ospitalità. Parliamo di una trasmissione televisiva che realizza circa 2 milioni di visualizzazioni tra digitale e satellite e, proprio perché il 77% dei turisti in arrivo sul lago di Como sono stranieri, avrebbe contribuito significativamente a far conoscere meglio il nostro territorio in Italia, dove per assurdo il lago di Como è meno conosciuto e apprezzato che all’estero”.

L’associazione di categoria si dichiara “basita di fronte alla incomprensibile scelta della Camera di Commercio di Como”.

“La trasmissione di Alessandro Borghese, che pur necessiterebbe di avere giudici imparziali dei 4 Ristoranti, risulta molto gradevole e attira soprattutto una fascia di spettatori con una disponibilità finanziaria e propensione di spesa considerevole. Insieme alla Camera di Commercio di Lecco (con cui la fusione è imminente) – prosegue il comunicato – Si sarebbe potuto benissimo contrattare con la produzione tre apparizioni per promuovere l’intero sistema Lago di Como: una apparizione per il ramo di Como, una per il ramo di Lecco ed una per la Brianza. La televisione, anche nell’epoca social network, ha ancora il suo peso nell’orientare le scelte dei telespettatori e noi abbiamo perso questa opportunità: il compito della Camera di Commercio è prima di tutto quello di promuovere le imprese e non quello di ripianare i debiti di società che realizzano passivi di bilancio”.

Un riferimento velenoso, quest’ultimo, al passivo accumulato dalla “costola” di via Parini, ComoNext, che nell’ultimo bilancio registrerebbe un passivo di circa mezzo milione di euro.

  1. ol Tivan - il vento del lago di Como

    chi dice che promuove il territorio non ha mai visto nemmeno una trasmissione .
    altrimenti saprebbe che al massimo promuove la 4 vie dove si trovano i quattro ristoranti.Poi mi piacerebbe sapere chi sceglie i quattro “eletti” ? se i soldi sono pubblici non si può certo lasciare la scelta a chicchessia, Borghese compreso.
    in altro caso paghino i ristoratori o il sig Borghese diventato celebre in tv e non certo in cucina.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata