Attualità

VIDEO – Coronavirus, 15 casi in Lombardia. Spata: “Niente panico, non correte in ospedale”

 

Sono saliti a 15 i casi contagio da Coronavirus in Lombardia, localizzati nell’area attorno a Codogno, Casalpusterlengo e Castiglione d’Adda, nel lodigiano, come riportato da Repubblica.

I tre paesi interessati dal focolaio di Covid-19, questo il nome ufficiale del patogeno, sono al momento sotto isolamento, con uffici comunali e scuole chiuse.

Gli aggiornamenti da Regione Lombardia

Foto Regione Lombardia/Twitter

Negli scorsi minuti, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e il Ministro della Salute, Roberto Speranza, hanno tenuto una conferenza stampa, durante la quale è stata annunciata la circoscrizione delle aree interessate dal contagio, l’annullamento delle manifestazione pubbliche e la chiusura delle aziende, oltre ai protocolli di quarantena per i contagiati.

Spata: “Niente allarmismo. Occorre fidarsi delle procedure”. 

“Non è caso di fare dell’allarmismo e nemmeno sottovalutare la situazione – ha commentato il presidente dell’Ordine dei Medici di Como, Gianluigi Spata – le persone devono fidarsi di quello che le autorità stanno facendo. Non serve farsi prendere dal panico ed è meglio non correre al Pronto Soccorso”.

In caso di dubbi sul proprio stato di salute, spiega Spata: “è buona norma non recarsi al pronto soccorso locale in modo da non spargere il contagio. Meglio non mettere in pericolo anziani o bambini”.

“Ci sono delle procedure ben precise. Nel caso in cui ci siano dei sintomi e ci sia un ragionevole dubbio di essere stati in contatto con persone che hanno viaggiato di recente in Cina, bisogna chiamare il proprio medico di base per prima cosa – spiega il medico – Successivamente, tramite il numero di emergenza 112 verranno predisposte le necessarie contromisure”.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata