Attualità

Coronavirus – Senza precedenti, Luisita chiude. Valentina: “Decisione sofferta ma lo facciamo per i clienti e per noi”

Sono, seriamente, scelte dettate da enorme consapevolezza e altrettanta  responsabilità.

Ma sono pure decisioni che equivalgono a un bagno artico, uno scappellotto probabilmente necessario: fanno correre un brivido reale e doloroso e offrono la misura, ve ne fosse ancora bisogno (e forse c’è bisogno), dello stravolgimento sociale e economico in corso a causa del Coronavirus.

Con un messaggio la Luisita, storica pasticceria-cremeria-gelateria-bar di Como (con due negozi che nemmeno dobbiamo raccontarli: uno in via Dottesio e uno in via Boldoni) prende la decisione più difficile.

“Cari Clienti e Amici, è stata una decisione molto sofferta e nonostante potremmo attenerci alle misure di sicurezza per senso civico e per la tutela di tutti, ci sentiamo in dovere di dare il nostro contributo sospendendo momentaneamente l’attività”.

E ancora: “Solo collaborando e rispettando le disposizioni sanitarie supereremo con positività questa situazione delicata. A presto, Gelateria Luisita”.

Per quanto questo giornale al momento è in grado di riferire, si tratterebbe del primo esercizio commerciale di Como che prende una decisione di tale portata.

Abbiamo sentito Valentina Casati, che con la famiglia prosegue la lunghissima e ben conosciuta tradizione. “Abbiamo visto la situazione e scelto”, spiega.  “Consigliano di stare a casa: abbiamo deciso questa cosa per tutelare tutti, i clienti e noi”.

Decisione estrema.
Lo so, ma era da fare. Ci pensiamo da tutto il giorno: mio padre, io, mio fratello e i nostri zii. Abbiamo scelto.

Fino a quando sarete chiusi?
Fino a quando non si sistema tutto.

Il danno sarà enorme per voi, per tutti.
Sicuramente, è una cosa che riguarda tutti, non solo noi. Siamo stati solo i primi a decidere

 

CORONAVIRUS TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata