Attualità

Dai senzatetto al calcio, la dolcezza delicata di Max è sempre la stessa. Oggi poesia per il Como

Giusto di recente, dopo aver ricevuto una poesia di Max Molteni scrivevamo (inutile perdersi in altre e nuove parole): “Che ComoZero, nel suo piccolo, sia un giornale un po’ diverso dagli altri, è probabilmente abbastanza evidente a chi ci segue. Oggi, una piccola ma preziosa testimonianza in più da un nostro lettore, Max Molteni. Il quale – nel gran frastuono attuale del dibattito sui senzatetto a Como – ha deciso di affrontare il tema in un modo decisamente diverso dal consueto: con una poesia scritta di proprio pugno”.

Così nacque questo:

Le stelle oltre il frastuono, la dolcezza di un lettore: poesia malinconica per i senzatetto 

E Max ci invia ancora qualcosa di molto bello, genuino e naturale.

La premessa è questa:

Stadio: prima di Gandler, onestamente, il nulla. Ma i Pesi Massimi hanno fatto un capolavoro 

Ecco i versi:

Solo Como ?.

Di azzurro come il ciel tu sei o maglia.
Di bianco il tuo candor che gli occhi ammalia
sei parte di noi che ti tifiamo
e che questi colori noi amiamo.
Sei tanto tutto e dentro il nostro cuore.
Sei grande sei un unico amore e quando scendi al Sinigaglia tutti cantiam per te gloriosa maglia.
Dal Volta all’Alto Lago a piazza Duomo tifiam solo per te.
O grande Como.

  1. giorgio

    Banale..

  2. Luisa Corti

    Mah, pensare che c’è gente che perde tempo per il calcio…

  3. Marta

    Va bene l’affetto e la buona volontà ma chiamarla poesia, dai…

    • Comino

      Ehm, sì….

  4. Igor

    Luisa, pensare che c’é gente che ti legge.

  5. Igor

    Banale quanto volete, ma l’amore per la maglia non ha confini. I vostri commenti finiscono al punto.

Rispondi a Comino Annulla risposta

la tua mail non sarà pubblicata