Attualità

Dopo party e palloncini russi, il nulla. Infopoint, Rossotti ammette: “Vittime della burocrazia”

Qualcosa si è inceppato. Passata la festa gabbatu lu santu. Dopo il piccolo party allegro del 21 giugno (qui) tutto è immobile. Il vetro-parete del nuovo Infopoint turistico di piazza Gobetti racconta solo un piccolo cambio di scena: quasi del tutto sparito lo showroom d’arredamento (così come la bandierina della putiniana celebrazione) resta, istituzionale e solitaria, una scrivania con qualche poster di Como, volantini e una pianticella à côte.

Il calendario degli annunci di questi mesi ne ha magnificato l’apertura con un florilegio di date continuo: slittato a maggio, fine maggio, giugno, metà giugno, fine giugno, inizio luglio, luglio.

Fretta ne avevano dalle parti di Palazzo Cernezzi tanto che già a febbraio scorso la scritta che sovrastava gli uffici nella sede del Broletto era stata inspiegabilmente sbullonata (qui).

Circa le ragioni dello spostamento dalla sede di piazza Duomo si è dibattuto ampiamente (qui) ora resta, seriamente, da capire perché l’Operazione Prima, assoluta, imprescindibile, quasi dogmatica dal primo giorno di lavoro dell’assessore al Turismo, Simona Rossotti, sia inchiodata al palo.

“Stiamo lavorando”, spiega laconica.

Ok ma il ritardo è evidente

L’Infopoint del Broletto funziona

E ci mancherebbe ma avete fatto party e annunci, poi niente

Ci siamo dati degli obiettivi, la fontana di piazza Gobetti è pulita, appellatevi perché non la vandalizzino

Certo, assessore, ma il tema è l’apertura. Oggi è il 13 luglio

Ci sono cose che stiamo condividendo con altri

Cioè?

Non vedo problemi

Beh se non ha aperto qualche problema c’è. Palloncini, bandiere, benedizioni e poi?

Stiamo lavorando

Capisco l’imbarazzo, ci sta

Nessun imbarazzo

Io ne proverei, comunque la domanda è semplice. Cosa succede?

I tempi amministrativi sono questi. C’è un percorso di tante cose che interagiscono tra loro, bisogna trasferire il personale, ci sono gli Enti coi loro tempi, il percorso…

Tutte cose ampiamente prevedibili anche prima. Vittime della burocrazia?

Sì siamo vittime della burocrazia. Non amo lo scaricabarile ma è così. Fosse stato per me avrei aperto in due giorni ma questo è il pubblico

Capisco ma lei è assessore, incarico pubblico. Ripeto tutto ampiamente pronosticabile. A quando dunque l’apertura?

Preferisco non dare date

La capisco bene

PER APPROFONDIRE
Cernobbio Capitale della Cultura. Como: Requiem for a dream

  1. Citizen K

    Vittime siamo noi, vittime di un assessore dall’ego smisurato, osannata come “Super Simo” che vive sui social rispondendo in tempo reale ma non risolvendo mai nulla. “Lago senza plastica entro fine giugno” e sparate assortite.
    Il nuovo info point è l’apoteosi dell’assurdo. Squallidissimo, introvabile, vergognoso.

  2. giorgio

    “L’infopoint del Broletto funziona”, però ci siamo portati avanti mesi fa rimuovendo la scritta..

    Dopo i danni che sta facendo con la “riorganizzazione” della raccolta rifiuti, ecco che si dedica al turismo: annamo bene..

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata