Attualità

Eurospin, Lidl, Decathlon, Coop: tra Camerlata e Rebbio arriva l’onda dei carrelli

Più che lasciare ogni speranza, sarà meglio metterla nel carrello. Di sicuro non mancherà la libertà di scelta. A Como, infatti, e in particolare l’area a Sud della città, tra Camerlata e Rebbio, ci si appresta a vivere una vera e propria calata di massa di nuovi centri commerciali: alimentari, non alimentari, sportivi e di qualsiasi altro genere di conforto si possa immaginare.

L’area calda, quasi rovente, tocca in particolare una striscia d’asfalto di un pugno di metri tra via Pasquale Paoli – dove, peraltro, troneggia già l’Esselunga di recente inaugurazione, e via Cecilio. Ben quattro, in questa strada dello scaffale, sono i giganti pronti ad aprire.

Il caso più curioso, in qualche modo, è quello del marchio Eurospin. Noncurante della creatura del fu Bernardo Caprotti ben assestata nel cuore dell’ex Trevitex, il brand della “spesa intelligente” ha presentato una proposta in Comune per aprire praticamente di fronte, poco discosto dall’incrocio con via Badone, al posto di un ex capannone industriale dismesso da tempo. La superficie dovrebbe essere attorno ai 1.500 metri quadrati, il progetto (il cui rendering vedete nella penultima immagine in basso della pagina accanto) per ora è negli uffici, deve ancora passare in giunta. Ma quella che pare una sfida del prezzo in piena regola si può considerare cominciata.

Percorriamo dunque idealmente un altro tratto di via Paoli in direzione Rebbio. Superiamo le grosse catene di elettronica, prodotti per animali e per la casa già concentrate al civico 47 e imbocchiamo via Cecilio. Qui, dove un tempo splendeva la stella Mercedes dell’ex Sca, già spuntano nuove colossali costruzioni. Siamo nel vivo del romanzo popolare e industriale reso immortale da un libro: “Falce e carrello”, scritto – rieccolo – nientemeno che dal fondatore di Esselunga per narrare la sfida anche ideologica, oltre che sugli scaffali, con la Coop. Ed è proprio quest’ultima che sta dando vita al maxiampliamento, già a buon punto, che farà dello storico ma ormai piccolo market affacciato su via Giussani un gigantesco centro commerciale da qui a qualche mese.

Sorgerà una media struttura di vendita alimentare e non alimentare, con relativi spazi di servizio e posti auto privati, oltre alla realizzazione di un parcheggio a uso pubblico, un percorso ciclopedonale e altre opere accessorie per il miglioramento della viabilità in zona. Ma un po’ come si dice per Roma, tutti i marchi portano in via Cecilio.

Perché sulla stessa strada, dove ora – accanto al Toys Center – c’è lo spettrale scheletro del vecchio Gros Market è attesa (forse attesissima) la Decathlon, il brand degli sportivi: secondo la proposta, depositata a luglio (iter dunque ancora lungo) 4mila metri quadrati di superficie.

Non basta? Si può sempre aspettare (siamo ai primi passi) un nuovo Lidl, nell’area ex Mesa. La via precisa? Ma Cecilio, naturalmente.

L’articolo che hai appena letto è stato pubblicato su ComoZero Settimanale: ecco dove trovarlo ogni venerdì.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata