Attualità

Ex Rivarossi, Martinelli: “A Sagnino una piazza e un autosilo del Comune. Mai collaudati e inaccessibili da 12 anni”

La risposta degli uffici, datata 10 giugno, è stata tempestiva: Paolo Martinelli, consigliere comunale della lista “Rapinese Sindaco” aveva formalmente inoltrato l’interrogazione soltanto il 29 maggio scorso. In quel breve documento, una domanda precisa era rivolta alla giunta: “Chiedo se nella convenzione ex Rivarossi, in via Pio XI a Sagnino, esistano aree private a uso pubblico”.

Interrogazione molto generica, luogo specifico e storico a parte, ma che in realtà partiva da un presupposto solido: là dove sono sorte nuove palazzine, ma dove un tempo nascevano i trenini sognati da milioni di grandi e piccini, i privati avevano stipulato un accordo con l’amministrazione. Era, però, l’ormai lontanissimo 23 maggio 2007, dodici anni fa.

Quel documento – si legge nella risposta data dall’assessore all’Urbanistica Marco Butti e dal dirigente Giuseppe Ruffo – “prevede la cessione in proprietà al Comune delle aree di urbanizzazione secondaria quali la piazza, l’autorimessa interrata e relativa rampa, l’area a verde e relativo percorso di collegamento, nonché l’asservimento all’uso pubblico di una modesta porzione di superficie in fregio al fabbricato posto lungo il lato ovest della piazza”.

“Ma non basta – aggiunge Martinelli – perché non è nemmeno concluso il collaudo delle opere. E soltanto dopo questo passaggio assolutamente necessario si potrà procedere alla formalizzazione tramite atto notarile della cessione delle aree”.

Insomma, dopo 12 anni di tempo, un parcheggio interrato con qualche decina di posti auto, una piazza e altri spazi che sarebbero destinati all’uso completamente pubblico, sono prigionieri di una burocrazia mostruosa e di ritardi da record.

“Peccato – sottolinea con punta polemica Martinelli – Io sono stato definito il principe di Tavernola, ma mi sembra giusto occuparmi anche di altri quartieri. Con un pizzico di ironia, penso che sia davvero un peccato questa situazione, visto anche che l’assessore Marco Butti ha passato 10 anni da consigliere, è assessore da due, ed nato e cresciuto nel suo Principato di Sagnino”.

“Ad ogni modo – chiude il consigliere della lista Rapinese Sindaco – penso che prima ancora di pensare a grandi progetti sparsi per la città, dall’ex Lechler di Ponte Chiasso fino all’idea di spostare il Comune in Ticosa o di fantasticare sul rilancio del San Martino, sarebbe bene che quei parcheggi e quella piazza tornassero in tempi brevissimi nella disponibilità pubblica piena, a uso dei cittadini. Dopo 12 anni di attesa, mi pare il minimo”.

  1. Andreab

    Pazzesco poi se osi criticare gli uffici fanno gli offesi…

  2. giorgio

    Ben fatto!
    Il dubbio sorge spontaneo: chissà quante altre aree sono nella stessa situazione.

  3. Taverossa

    Ma non doveva farsi biondo?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata