Attualità

GALLERY Obama è arrivato a Laglio da Clooney: assedio tra giornalisti e sicurezza

FOTO MATTEO CONGREGALLI

Mobilitazione senza precedenti a Laglio per l’arrivo dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama: nemmeno i primissimi anni dopo l’avvento di George Clooney (con frotte di amici come Matt Damon e Brad Pitt) il paese era stato tanto controllato.

Le vettura con Obama e Michelle è arrivata attorno alle 14.3o all’Oleandra protettissima da un enorme spiegamento di forze dell’ordine e nel mezzo di un corteo formato da auto della sicurezza e minivan dai vetri oscurati con lo staff al seguito.

Reporter e fotografi giunti da tutto il mondo sono stati tenuti a una distanza di almeno 150 metri dal cancello della villa dell’attore.

GALLERY SFOGLIA

Come si vede della foto, tantissimi i curiosi assiepati (benché a distanza) pur di vedere la famiglia presidenziale, per ora come detto blindatissima. Purtroppo, però, almeno finora nessuna apparizione pubblica né di George e Amal, né della famiglia presidenziale: tutti già nella blindatissima dimora dell’attore.

Per tutta la mattina, inoltre, un vasto spiegamento di controlli aveva interessato tutte le zone vicine all’Oleandra.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata