Attualità

GALLERY Viale Varese, qualcuno salvi l’osceno ghetto per cani

Reti a pezzi, escrementi ovunque e rifiuti di ogni tipo. La zona dei giardini di Viale Varese è preda del degrado. Una situazione che peggiora ogni giorno. In particolare l’area dedicata ai cani è chiaramente abbandonata in uno stato di totale trascuratezza.

GALLERY

“Questo luogo è in totale abbandono – accusa Laura Petronella che con il suo cocker conosce bene l’area – devo utilizzarlo ma cerco di farlo solo quando strettamente necessario”.
Un pericolo reale per gli animali, che rischiano di ferirsi a causa della spazzatura scaricata abusivamente tra alberi e cespugli. “Trovo di tutto: dalla plastica alle bottiglie di vetro rotte”. Non di rado compaiono anche borse e borselli: “Sembra quasi che dopo un furto i ladri vengano qui a abbandonare le tracolle una volta svuotate”. Area cani ma anche persone, a quanto pare: “Non di rado la zona viene utilizzata come orinatoio, una sorta di toilette pubblica”, accusa ancora Petronella.
E proprio mentre parliamo con Laura, a conferma di quanto sta raccontando, una persona si apposta dietro a una siepe per scaricarsi.

GALLERY

 

“Diversi residenti sono andati a protestare in Comune – prosegue la donna– e pareva che l’amministrazione fosse pronta a cambiare recinzione e cancello d’ingresso, entrambi rotti da tempo”. Poi, nulla di fatto.
La situazione andando oltre l’area cani e proseguendo lungo i giardini non migliora. Oltre a odori sgradevoli, la passeggiata colleziona vandalismi di ogni sorta: plastica e cartacce intasano le fontanelle, mozziconi di sigaretta ovunque, graffiti che non risparmiano muri, alberi e cassonetti della Caritas oltre a rifiuti alimentari in mezzo al prato.
In aggiunta all’incuria, c’è anche il rischio di inciampare o farsi male vista la pavimentazione spesso dissestata e rovinata.
Per concludere, alcune delle panchine lungo il viale sono state prese di mira da veri devastatori: alcune sono state sradicate, altre divelte e lasciate così, in equilibrio precario, e in uno stato di incuria completa.

GALLERY

 

  1. Gigi

    Che tristezza! Zero attenzione e considerazione nei confronti dei nostri amici a 4 zampe! Poi ci si lamenta (giustamente) contro lo sporco ed i segni di urina sparsi per la città. Ma uno dove lo può portare il proprio cane a fare i bisogni quotidiani? In montagna? Che facessero un’area cani come si deve, vivibile e funzionale, magari destinando una delle varie zone “degradate” dei giardini a lago (vedi zona “Cube”, zona “locomotiva” e zona adiacente viale Vittorio Veneto, per esempio).

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata