Attualità

Lo sfogo di un papà: “Non so spiegare ai miei figli perché devono giocare in una discarica”

“Ecco io devo far giocare qui i miei figli. Incivili più zero pulizia. Uno schifo intollerabile. Io spiego ai miei figli che oggi arriva un’importante gara ciclistica e non so spiegargli perché devono giocare in una discarica”.

Non serve aggiungere grandi parole allo sfogo amarissimo di un nostro lettore di ritorno dalla classica tappa ai giardini a lago del fine settimana. Un fine settimana particolare, tra l’altro: quello in cui la città si tira lucida per l’arrivo sotto milioni di occhi tra tv e transenne del Giro di Lombrdia.

Una tradizione per centinaia di famiglie con bambini, il giro ai giardini, che però ancora una volta porta a galla lo stato davvero indecoroso – sebbene auspicabilmente a fine carriera – del più frequentato spazio verde di Como.

Le foto sono eloquenti e non servono grandi descrizioni sullo stato dei giochi per i più piccoli in particolare: vandalismi, scritte di ogni tipo, sporcizia, un quadro complessivi di inciviltà e incuria. Grandi speranze, dunque, si appuntano sul nuovo progetto da 1,5 milioni di euro con cui il Comune di Como rifarà completamente l’area.

Dopo i recenti incontri con la Soprintendenza, a Palazzo Cernezzi si attende il progetto esecutivo, poi sarà la volta della gara e infine dei lavori tra fine anno e inizio 2019 (qui il progetto nella versione preliminare).

  1. Comino

    Signor Papà, spiegagli semplicemente di studiare e applicarsi al meglio nel lavoro che farà o il risultato del suo lavoro sarà come quello. Poi portalo in Comune e fagli vedere il palazzo dove tutti lavorano alacremente per la città e spiegagli che però magari non proprio tutti sono degni di quel posto di lavoro e che spesso comunque i loro capi non sono capaci di farli lavorare al meglio, lasciando i giochi nei giardini in quello stato di abbandono. Poi comunque spiegagli anche che ci sono gli stupidi che si divertono a rovinare le cose di tutti.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata