Attualità

Giro di Lombardia, macchina organizzativa ok. Il Comune ringrazia i cittadini. I numeri

Si è conclusa con la vittoria dell’olandese Bauke Mollema – e con il consueto trionfo di partecipazione e di pubblico –  la 113esima edizione del Giro di Lombardia. E il Comune di Como, con una nota ufficiale, rimarca il buon andamento della complessa macchina organizzativa e trasversale messa a punto per la gestione del grande evento sportivo.

Tra i dati principali, sono stati impiegati 60 agenti della Polizia locale, 10 volontari della Protezione civile, 30 operatori della Polizia stradale e tre squadre aggiuntive dei Vigili del fuoco da utilizzarsi in caso di necessità. È stato inoltre gestito un intervento di soccorso sanitario come da procedure.

Presso il Comando di Polizia Locale di Como è stato attivato dalle ore 13 il Centro Operativo Comunale per gestire l’evento alla cui apertura ha presenziato il Prefetto, Ignazio Coccia. Al tavolo di coordinamento, oltre agli assessori alla Polizia locale e Protezione civile Elena Negretti e alla Mobilità Vincenzo Bella, erano presenti Vigili del Fuoco, AAT 118 Como, Polizia stradale, Protezione civile, settori Reti e strade, Mobilità, Comunicazione.


Risultano 23 autovetture rimosse, mentre il numero di telefono messo a disposizione presso il Comando ha registrato più di 240 telefonate con richiesta di informazioni tra ieri (venerdì) e oggi (sabato). Il sito Internet del Comune di Como è stato tenuto continuamente aggiornato per dar modo a tutti di essere costantemente informati.

La viabilità in convalle è stata effettivamente chiusa dalle ore 15.15 alle ore 17.00, mentre il lungolago rimarrà chiuso fino alle ore 23.00 di sabato 12 ottobre per consentire in sicurezza lo smontaggio delle strutture. La progressiva e coordinata riapertura delle strade ha reso il deflusso regolare e senza particolari problemi.

“Si ringraziano i cittadini e i visitatori per aver seguito i consigli sulla mobilità, dimostrando grande sensibilità – si chiude la nota diffusa da Palazzo Cernezzi – Un particolare ringraziamento alle forze di polizia e ai volontari che hanno contribuito in modo sostanziale all’efficace gestione dell’evento e alla buona riuscita della manifestazione”.

  1. Libero

    Le locandine di ASF appese alle fermate delle vie coinvolte dalla gara indicavano che il traffico si sarebbe normalizzato dalle 18:30.
    Alle 19:00 decine di persone aspettavano in piazza Cavour di fronte al Barchetta ancora piena di furgoni dei “service” di servizio alla gara, posteggiati alla rinfusa, autobus che non potevano transitare bloccati dalle transenne in via Cairoli ed in via Bianchi Giovini, e naturalmente dei vigili urbani neanche l’ombra.
    Ottima organizzazione!

  2. Luisa Corti

    Soliti bla bla bla, scendete in piazza a sentire le imprecazioni dei cittadini !!!

  3. Concordo signora Corti, le imprecazioni le hanno sicuramente sentite i vigili agli incroci

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata