Attualità

VIDEO Guasto ComoCalor, famiglie in strada per l’acqua. Poi sollievo: “Fine emergenza”

La cronaca completa sulla situazione di Camerlata, Albate e Muggiò dopo il guasto di ComoCalor. 

L’EMERGENZA E’ CONCLUSA

EDIT 22.15

Il Comune di Como fa sapere che:

Gli interventi di riparazione delle tubazioni di Comocalor e Acsm sono quasi conclusi e i servizi sono stati ripristinati. Via Turati resterà percorribile a senso unico alternato per consentire le operazioni messa in sicurezza e il ripristino definitivo del manto stradale.
Verso le 22,30 verranno tolte le postazioni della Protezione civile per la distribuzione dell’acqua potabile. Sono stati serviti un migliaio di nuclei familiari con circa 2.000 litri d’acqua, e la Protezione civile è andata in diverse abitazioni di persone impossibilitate a ritirarla.

Si ringraziano tutti i settori del Comune che hanno contribuito al coordinamento dell’emergenza, Acsm e Protezione civile con le sue associazioni (gruppo comunale di Como, Croce Rossa Como e Croce Rossa Colline Comasche), e soprattutto i cittadini per la collaborazione e la comprensione.

EDIT 21.44

Fine dei disagi: Acsm Agam comunica che “i lavori sono terminati sulla rete idrica. Acqua ripristinata nelle zone di Como interessate dall’emergenza odierna”

EDIT 20.35

Nuovo comunicato dall’azienda:

“In fase di ultimazione le opere sulla rete del teleriscaldamento di Como sia nell’area ricompresa fra le vie Turati e Domenico Pino sia nella zona di Albate, interessate da guasti che hanno impegnato a fondo le squadre. Salvo complicazioni in corso di esecuzione, il ripristino del servizio è previsto intorno alle ore 22”.

EDIT 20.30

Comunicato ufficiale Acsm Agam:

“In fase di completamento il ripristino della distribuzione idrica nei quartieri di Camerlata e Albate e in zona caserme. Le squadre sono state impegnate a fondo dopo il danneggiamento di una condotta che ha determinato la parziale e totale interruzione del servizio. In collaborazione con Comune e Protezione civile, Acsm Agam reti gas acqua ha istituito in piazza d’Armi e Largo Silo la distribuzione di sacchetti.

Si prevede che saranno completati entro le ore 21.

In collaborazione con la protezione civile vengono istituiti due punti di distribuzione sacchetti in piazza d’Armi e largo Silo

L’involontario danneggiamento di una conduttura portante da parte di un’impresa impegnata in un cantiere, determina ripercussioni sulla rete acquedotto di Como.

Le squadre di Acsm Agam reti gas acqua sono impegnate nella riparazione.

Sino al completamento delle opere, resteranno in assenza o carenza d’acqua i quartieri di Camerlata, Albate e zona caserme.

EDIT 20.10

Tutte le immagini dal punto di intervento della Protezione Civile, 1.600 litri d’acqua in distribuzione.

GALLERY-SFOGLIA

EDIT 20.01

Intervista all’assessore alla Sicurezza Elena Negretti

EDIT 19.49

E’ partita la distribuzione dell’acqua potabile in sacchetti.

L’assessore alla sicurezza, Elena Negretti.

Le famiglie arrivate sul posto. Intanto circola un’informazione (per quanto non ufficiale) secondo cui in tre ore dovrebbe tornare l’acqua, forse anche il gas.

EDIT 18.43 – NOTA DEL COMUNE DI COMO

A causa dell’intervento necessario per riparare la perdita della rete di teleriscaldamento in via Turati hanno provocato danni anche alle reti del gas e all’acquedotto. I tecnici di Acsm e di 2i Rete gas si sono immediatamente attivati e sono sul posto insieme a quelli di Comocalor per la riparazione e il ripristino dei servizi interrotti. Si lavorerà a oltranza per risolvere il problema. Acsm nel frattempo sta effettuando manovre di alimentazione sulla rete per limitare al massimo i disagi per le utenze.
In questo momento le zone in cui manca l’acqua sono quelle di Como Sole, via Turati, zona alta di Albate, via Muggio e strade limitrofe.
La protezione civile del Comune di Como con la collaborazione di Acsm sta allestendo due punti di distribuzione di acqua potabile in sacchetti, una in largo Silo e una in piazza d’Armi (parcheggio piscina di Muggiò).

Seguiranno aggiornamenti.

Le famiglie con anziani e/o disabili che non riuscissero a raggiungere i punti di distribuzione possono chiamare lo 031 265555.

EDIT: 18.11

L’azienda, dopo i guasti alla rete del teleriscaldamento che hanno lasciato al freddo moltissimi comaschi tra Como e Albate, oggi ha dato pubblicamente rassicurazioni: per gli utenti di Via Turati, Via Domenico Pino e Piazza Camerlata la conclusione dei lavori è stata annunciata per le 16 di oggi; per gli utenti di via Galileo Galilei, la fine è indicata alle 21; e infine per gli utenti di Albate “la completa riattivazione della rete per le vie Acquanera, Canturina, Longhena, Regazzoni, Medici prevista per le ore 18” sempre di oggi.

Gabriele Guarisco

Eppure il consigliere comunale del Pd, Gabriele Guarisco, incalza Comocalor, società del gruppo Acsm Agam presieduta da Andrea Bernasconi (Forza Italia).
“ComoCalor deve delle risposte ai cittadini, nei fatti innanzitutto. Non è possibile che ogni anno, quando inizia la stagione fredda, il servizio di erogazione del calore e dell’acqua calda s’interrompa: anche in passato si sono verificati episodi di questo genere, non si sarebbero più dovuti ripetere – affonda Guarisco – Quello che sta accadendo in queste ore ad Albate, Camerlata e Muggiò è particolarmente grave per il numero degli utenti coinvolti e per la durata del disservizio. Mi auguro che la società riesca a risolvere rapidamente”.

“Poi ci vuole un chiarimento definitivo e credo che a questo punto Comocalor, con i suoi responsabili, debba essere convocata per una seduta della IV Commissione del consiglio comunale, quella che si occupa delle società partecipate dal Comune, in cui spieghi che cosa è successo, come compenserà gli utenti per il disservizio e soprattutto che cosa intende, doverosamente, fare per evitare fatti simili in futuro – conclude il consigliere Pd – Tanto più che alla rete del teleriscaldamento sono collegate anche strutture particolarmente sensibili, come scuole o il vecchio Sant’Anna. In questo senso, mi attiverò subito con il collega Stefano Fanetti che è membro della Commissione”.

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata