Attualità

Il lago esonda, il traffico si blocca. +Europa: “Bastavano battelli a un euro e più corse”

Per alcuni, specialmente per i turisti, vedere il lago fuori dalla sua sede solita e lambire l’interno di piazza Cavour può essere stato uno spettacolo curioso.

Per altri, specialmente per chi a Como ci vive, le complicazioni alla viabilità hanno rappresentato un disagio non da poco, visto il blocco completo di Lungo Lario Trento.


+Europa Lario, in una nota stampa fatta circolare oggi, si sottrae all’inevitabile dibattito su paratie, progetti, dighe e chiuse che da tempo immemore si svolge in città e avanza una proposta alternativa per ridurre la congestione dell’arteria a bordo lago in caso di future esondazioni: facilitare e incoraggiare l’utilizzo dei mezzi della Navigazione da parte dei cittadini.

“L’esondazione ci ha di nuovo colti impreparati – legge il titolo del comunicato stampa, firmato da Luca Monti, presidente di +Europa Lario – però non ci vuole molto ad accorciare una coda e ad alleggerire il traffico su asfalto quando la via d’acqua è ancora lì, anzi si è pure fatta avanti”.


“Ma quelle code? – continua il messaggio – non serve un genio di +Europa per dire che la Navigazione con un bel biglietto a 1 euro e corse straordinarie avrebbe alleviato il disagio e fatto di questa situazione un evento naturale (forse figliastro del cambiamento climatico) senza conseguenze sul nostro quotidiano”.

Il comunicato si chiude poi con una domanda, aperta, di +Europa che contiene una possibile soluzione ai disagi portati da un traffico rallentato: “Ma che cosa ci vuole per trasformare un servizio pubblico in un semplice servizio per il pubblico? Per far sì che un evento estemporaneo e prevedibile sia alleviato da un intervento estemporaneo e intelligente?”

Di seguito riportiamo il comunicato integrale:

L’esondazione ci ha di nuovo colti impreparati.

Tecnologie, paratie, dighe, chiuse sembra che non riescano a risolvere nelle ipotesi e nella realtà. Perché alcune sono ancora solo ipotesi. Però è suggestivo vedere il lago che esce in piazza quando i cittadini non ci riescono, anzi osannano nel voto chi non ha soluzioni, non ne propone, non ne avrà.

Però non ci vuole molto ad accorciare una coda e ad alleggerire il traffico su asfalto quando la via d’acqua è ancora lì, anzi si è pure fatta avanti.

Lasciamo quindi che le cartoline in riedizione selfie postate su Instagram procedano e si moltiplichino e diffondano.

“Ma quelle code? – si chiede Luca Monti, presidente di +Europa Lario – Non serve un genio di +Europa per dire che la Navigazione con un bel biglietto a 1 euro e corse straordinarie avrebbe alleviato il disagio e fatto di questa situazione un evento naturale (forse figliastro del cambiamento climatico) senza conseguenze sul nostro quotidiano”.

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata