Attualità

Il Natale triste e “militare” di piazza Roma: muletto e transenne contro la sosta selvaggia

Che destino davvero beffardo quello di piazza Roma. Prima un parcheggio a pagamento, poi l’inclusione nella Ztl, in seguito una “riqualificazione” che definire infelice (anche perché non completata fino in fondo) è dire poco, poi le promesse e le ritrattazioni sulla ri-destinazione ad area di sosta blu.

Risultato alla fine della girandola di provvedimenti e retromarce, come noto, il nulla o poco più: la piazza a due passi dal Duomo è un ibrido sospeso tra pullman turistici (con avviso di sfratto), sosta per residenti, aree sottratte alle auto ma divenute presto lande desolate tra panchine dal volto mesto, ghiaietto e lampade a terra fracassate dai vandali.

Ora, in questa telenovela, si aggiunge l’ultimo tassello, che sembra una metafora di tutta la vicenda: per quanto non vi si possa entrare liberamente (a “guardia” della zona in Ztl c’è la telecamere di via Rodari), sovente proprio le aree alberate teoricamente restituite a pedoni e panchine si tramutano comunque in un posteggio ricolmto e del tutto irregolare, a dispetto delle multe incombenti.

E quindi, ecco la soluzione del momento.

Ossia, fare di piazza Roma un enorme recinto transennato, con le barriere metalliche collocate a raffica – con auspicio dissuasore – nel cuore della notte tra venerdì e sabato (ma moto e scooter potranno comunque sostare).

Risultato finale, a dispetto di un fine forse anche comprensibile (la lotta preventiva a “macchina selvaggia”): il vecchio parcheggio non c’è più, la vivibilità delle zone sottratte alle auto è compromessa (come minimo dal punto di vista estetico) , l’aspetto complessivo dell’area, pur ingentilito dal presepe di luce sulle mura, è desolato come sempre se non di più.

Buon Natale, cara, vecchia piazza Roma.

  1. Luisa Corti

    Proposte ? Nessuna; facciamo come i pensionati di turno: guardiamo gli scavi e critichiamo… Bello ! P.s.: io mi porto avanti, critico senza essere pensionata…

  2. È il fallimento di lucini e sodali: hanno ucciso il commercio in quel punto, allora leviamo anche i bus e facciamoli passare dal lungolago. Quella pavimentazione è orrenda, figlia della signora gerosa, che mettano ad esempio giochi per bambini

  3. Gigi P

    Sono state posizionate ovunque, le casette natalizie. Posizionarne qualcuna da quelle parti era così assurdo?

    • giorgio

      Esatto!
      Ci si lamenta della congestione di alcune viene al contempo del deserto di Piazza Roma: perché non metterle lì?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata