Attualità

Il progetto per l’autosilo al Gallio è realtà: depositato in Comune. Trecento posti auto

Colpo di scena, a pochi passi dalla zona del “delitto estivo” non consumato (l’area di viale Varese, con annessa ipotesi di maxiparcheggio a raso). Ieri a Palazzo Cernezzi è stato ufficialmente depositato il progetto per un nuovo autosilo nell’area del Collegio Gallio. Ipotesi che circolava da tempo, mai divenuta reale, che ora è a tutti gli effetti una proposta messa in grembo all’amministrazione per l’analisi, la valutazione e l’eventuale via all’iter vero e proprio.

A presentare il progetto – firmato dagli architetti Stefano Seneca e Marco Castiglioni – l’Opera Pia Gallio. Braccio operativo, la stessa società che ha realizzato il parcheggio all’ex Zoo: Parcheggi Italia.

Pochissimi i dettagli filtrati, ma qualche elemento di base è emerso: dovrebbe trattarsi di una struttura multipiano (6 totali, di cui uno semi interrato) per un’offerta complessiva di posti auto pari a 309 stalli. La nuova costruzione è prevista nell’area del Collegio indicativamente compresa tra la palestra e la zona che va verso l’Hotel Continental, con la (stretta) via Barelli come uscita.

Ora, comunque, l’iter per gli uffici dell’amministrazione sarà lungo e articolato, tra analisi degli elaborati, valutazioni urbanistiche, compatibilità con il Pgt in vigore (questo l’aspetto più problematico) e altro ancora. Alla fine, toccherà all’amministrazione dare il semaforo verde o rosso ai privati.

“Ora inizia l’analisi degli uffici – ha confermato l’assessore all’Urbanistica Marco Butti – Soltanto al termine della valutazione della proposta sotto tutti gli aspetti potremo esprimerci in un senso o nell’altro”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata