Attualità

Il sorriso di Nena e Giusy, un sogno e un’idea di città. Così rinasce Piazza Medaglie d’Oro

Non sono solo bancarelle, sono un’idea, un progetto di città. Un’intuizione felice che dietro l’artigianato (“tutto fatto a mano, tutto originale”) nasconde un pensiero profondo e un grande amore per Como.

E’ quello di Nena Trabattoni, Giusy Baragiola: due belle signore tutte sorriso, tutte energia, tutte quella cosa (indefinibile ma chiara) che vorresti trovare a ogni angolo di queste mura antiche. Forse si chiama semplicemente felicità. E la felicità fa fare cose belle.

Di esperienza per le strade e le piazze del centro ne hanno fatta. Da una decina d’anni tra Curtesela e Piazza San Fedele, insieme con decine di colleghe, hanno organizzato I Bélée Faa a man: piccole cose belle fatte a mano. E per sfornare il nome del gruppo, raccontano, “c’è voluta una settimana di consulenze, confronto e sofferenza”.

Insomma, tra gazebo, vestiti, tovaglie, gioielli e decine di piccoli capolavori nati dall’arte delle mani pochi in città non le conoscono. La svolta è arrivata oggi, non basta il bello, non basta il successo. E’ arrivato il tempo di restituire qualcosa: “Era un sogno nel cassetto, questa piazza è una chicca. Abbiamo abbandonato San Fedele e altre zone per vivacizzare questa, un po’ troppo mortificata. Così abbiamo chiesto di poter allestire l’evento qui ma abbracciando i confini con via Vittorio Emanuele e Via Giovio”.

“L’idea è questa: un invito a frequentare questa piazza. Può diventare un punto di ritrovo, può diventare una delle zone di punta. E’ uno spazio splendido, c’è il museo, ci sono edifici meravigliosi, ma poco frequentata. I grandi flussi svoltano altrove. Dunque abbiamo immaginato di poter attrarre comaschi e turisti in un punto meno conosciuto che merita di rinascere“.

Ecco l’intuizione. E funziona, già dalle prime ore della mattina un colpo d’occhio alle bancarelle e anche il comasco più distratto lascia le rotte tradizionali per avventurarsi la dove la grande facciata del Museo Giovio tutto osserva e tutto governa. Giusto oggi peraltro son tornate, vivaddio, le mostre: La classicità immaginaria di Angelo Tenchio al museo Giovio: dal 21 aprile.

Prossimo appuntamento con I Bélée Faa a man il 5 maggio con una sorpresa per tutte le mamme vista la prossimità della festa.

“Vogliamo ringraziare l’assessore Marco Butti – sottolineano le due – il cui supporto è stato essenziale. “E’ una piccola svolta – risponde il diretto interessato – che grazie a Nena e Giusy ha portato un risultato bellissimo attraverso il bando 2018 dei mercatini. Sono contento è il frutto di una scelta oculata”.

GALLERY

I commercianti di zona apprezzano, non poco. Fra le botteghe c’è l’arcinoto studio d’artista, quello di Mr. Save The Wall che ha accolto Nena, Giusy e colleghe con un videopromo:

  1. nena trabattoni

    da tutti I Bélee faa a man grazie caro Pierpaolo Perretta per aver capito il nostro intento e il nostro entusiasmo

  2. nena trabattoni

    Un Grazie sincero a Davide Cantoni che ho mavuto il piacere di conoscere personalmente Grazie grazie

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata