Attualità

Autosilo Sant’Anna: tariffe light e restauri. No da Como, sì da altri (Casnate e Gera). Il patto di ferro

Già approvata in diversi Comuni della Provincia di Como, la mozione sugli introiti del parcheggio dell’ospedale Sant’Anna è arrivata anche a Palazzo Cernezzi.

Il muro di San Fermo: “Le tariffe non calano, i fondi restano al Comune”

Il Partito Democratico, papà di questa iniziativa, ha chiesto al consiglio comunale di impegnare il sindaco di attivarsi in Provincia e in Regione.

In sintesi, la richiesta era che le tariffe per chi lascia l’auto all’autosilo fossero meno care ma soprattutto che almeno parte degli introiti rimanessero ad Asst Lariana e venissero reinvestiti nella manutenzione del parcheggio: a 8 anni dalla sua inaugurazione già malandato.

Nulla di fatto a Palazzo Cernezzi. Dopo un parere di giunta negativo che si appella all’impossibilità di modificare l’Accordo di Programma firmato nel 2003 da Comune di Como e di San Fermo della Battaglia, la mozione Dem è stata bocciata con 9 voti favorevoli e ben 17 contrari.

Il consiglio comunale

“Pur ritenendo meritevole di analisi il tema, motivi tecnici non permettono di toccare l’Accordo di Programma. Si dovrebbe fare un nuovo accordo dopo aver annullato questo” ha spiegato l’assessore alla partita Vincenzo Bella.

Di tutt’altro avviso il consigliere Pd Gabriele Guarisco: “L’Accordo di Programma persegue un fine pubblico, sostiene che il Comune di San Fermo debba gestire il parcheggio, non che debba lucrarci. In mozione non chiediamo di modificare l’Accordo di Programma ma di rivedere la ripartizione degli introiti. E’ stato fatto un errore in passato: è possibile riparare almeno a una parte di quegli effetti che ricadono quotidianamente sulla cittadinanza che usufruisce dell’ospedale. E’ un ospedale o è una miniera di diamanti?”.

 

 

 

 

Gabriele Guarisco

Punti di vista, ovviamente, analisi amministrativa. Per Casnate con Bernate e Gera Lario (per ora) la questione è assai diversa e le due amministrazioni hanno votato in modo diametralmente opposto. Va riconosciuto, però, che l’accordo del 2003 ha valenza granitica e legittima, per cui difficilmente (quantomeno a breve e per quanto oggettivamente sbilanciato su San Fermo) potrà essere rivisto.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata