Attualità

Inchiesta: “La mia notte da senzatetto”. Le letterine a Gaddi e Artisti. L’ennesima morte di un Festival. Esce ComoZero Settimanale

E’ un numero ad altissima intensità emotiva quello che troverete in queste ore. ComoZero settimanale è in distribuzione come ogni venerdì e come ogni venerdì racconta storie, espolora, prova a capire e poi, solo poi, a raccontare.

Questa volta abbiamo provato a incarnare un punto di vista, non solo a descriverlo con qualche telefonata e una seduta di Consiglio Comunale. L’inverno è alle porte, il gelo sta per arrivare così il nostro adorato Matteo Congregalli ha vissuto un giorno e una notte nei panni di un senzatetto.

E’ un racconto totale quello che ne esce, sicuramente parziale ma quanto leggerete è testimonianza che supera il luogo comune, le semplici deduzioni di chi passa e poi blatera. “Il cuore rallenta e la testa cammina”, cantava il poeta: ecco l’umanità zozza, ultima, malata, generosa, carnale, reale che troverete in quattro pagine di un viaggio intenso mai retorico, certamente onesto.

COMOZERO SETTIMANALE E DOVE TROVARLO: LA MAPPA DEI TOTEM

Siccome ComoZero è sempre ComoZero ci piace, di pagina in pagina, cambiare ritmo, colore, tempo. E così andiamo di contrappunto. Parliamo di arte e cultura con due lettere-appello. La prima al faraonico ex assessore alla Cultura, Sergio Gaddi: perché non ce lo riprendiamo? La seconda rivolta direttamente agli artisti comaschi. In entrambi i casi molti sorrideranno, qualcuno condividerà, altrettanti se la prenderanno a male. E va bene così, sai che noia altrimenti?

Ancora Cultura e Spettacolo in chiave politica. Qualche tempo fa vi raccontavamo dei problemi del Museo Giovio. Problemi gravi, manca il certificato antincendio. Ebbene questo scherzetto fa saltare l’ennesimo Festival cittadino: Side.

Torniamo a parlare di città con Elena, gettonatissima a livello internazionale: comaschi e turisti fanno la fila per imparare il segreto del suo pane. A fianco un altro negozio che chiude: Croci di piazza Duomo.

Altro giro altra attività commerciale. Il paradiso dei nerd, Play Time, apre la nuova sede di via Volta, tra carte, tornei, giochi di ruolo e fumetti.

Nuovo appuntamento con il maestrone Giuseppe Guin, oggi alla scoperta di storie e volti che rendono Villa d’Este il paradiso noto in tutto il mondo.

Seguono storie di sport, cultura, spettacolo, decine di appuntamenti e l’adoratissima enigmistica.

COMOZERO SETTIMANALE E DOVE TROVARLO: LA MAPPA DEI TOTEM

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata