Attualità

INTERVISTA Veronica, 22 anni, escort di lusso. Lei lo fa per passione (e per denaro): “Mi piacciono gli uomini”

Veronica Franco era una leggendaria cortigiana nella Venezia del 1500, una personalità estremamente influente che vantava conoscenze nei ranghi più alti della società della Serenissima.

La ragazza dietro veronicafrancoescort.com è invece una professionista dei giorni nostri, un’accompagnatrice di lusso, nata in Svizzera e cresciuta in Italia.
Tanto quanto il suo predecessore veneziano, però, la moderna Veronica ha clienti facoltosi e influenti. Si muove tra Milano e Como dove ha un appartamento per lavorare.

SESSO E DENARO: QUI TUTTA L’INCHIESTA

Le pagine web della ragazza sono una guida completa ai suoi servizi, a quello che è lecito chiedere e quello che nemmeno il denaro può comprare. Si possono leggere le istruzioni per un primo contatto e per le modalità di pagamento, rigorosamente in contanti.

Il sito di Veronica mostra uno sfondo che richiama un broccato veneziano oro e nero, un avviso campeggia in evidenza:“non contattarmi prima di aver letto le mie tariffe”. La compagnia di Veronica si paga cara infatti.
Le tariffe variano da 400 euro all’ora fino a 7mila euro al weekend. L’amore è per chi se lo può permettere e i prezzi alti aiutano Veronica a mantenere un parterre selezionato di clienti.

Per capire in che modo funziona l’escorting di lusso, abbiamo contattato Veronica “Bambi” (il soprannome datole da un cliente) che, tra un appuntamento e l’altro, ci ha introdotto al suo mondo.

Come hai iniziato a fare questo lavoro?
Ho 22 anni e sono nata in Svizzera, ma vivo in Italia praticamente da sempre.
Ho iniziato sporadicamente a 19 anni mentre studiavo. Ho sempre apprezzato e prediletto la compagnia di uomini. L’universo maschile è tremendamente interessante e pieno di sfaccettature. La prima volta è stata con un bellissimo ragazzo di 28 anni che ho incontrato dopo aver messo un annuncio online. Un inizio fortunato e di ottimo auspicio.

Com’è fare questo mestiere da giovanissima?
È un mestiere legato all’aspetto fisico. Anche se l’età media delle ragazze italiane è più alta, ci sono molte straniere di 18-20 anni quindi non sono poi così giovane per il lavoro che faccio.

Perché sei così selettiva con i tuoi clienti?
Preferisco la qualità alla quantità e ho la fortuna di avere un’ origine agiata, di poter scegliere questo mestiere e la mia clientela. Per molte donne, invece, si tratta di una costrizione anche solo dettata da una situazione economica avversa.

Chi cerca i tuoi servizi?
La maggior parte dei miei clienti ha tra i 40 e i 50 anni, sposati o fidanzati, uomini di alto livello socio-economico e con una carriera affermata. Molti cercano una piacevole evasione dal quotidiano che non abbia però ripercussioni sulla loro vita privata. Una escort di alto livello garantisce massima discrezione e riservatezza e non costituisce una minaccia all’equilibrio matrimoniale e famigliare.

Parlando di famiglia, i tuoi sanno del lavoro che fai?
La mia famiglia ne è al corrente, ma in questo sono una mosca bianca. Io sono malata di sincerità e quindi ho preferito espormi. Tutte le altre ragazze escort che conosco tengono i loro cari all’oscuro di ciò che fanno.

Cosa fai quando non sei impegnata con un cliente?
Questa domanda è basata sul presupposto che la nostra sia una categoria stravagante. Siamo ragazze come tutte le altre, con hobby e interessi. Amo fare attività fisica, leggere di seduzione o rapporti uomo-donna, scrivere, disegnare e guardare documentari.

Questo mestiere ha cambiato la tua percezione dell’amore?
Fare questo lavoro e incontrare uomini in un contesto senza filtri mi ha permesso di imparare a conoscerli e amarli per come sono realmente, lontano dalle maschere che ne offuscano la bellezza. Ad oggi per me avere una relazione tradizionale è impensabile, ma non mi pesa per nulla.

Un lavoro come il tuo può andare avanti all’infinito?
Amo ciò che faccio e faccio ciò che amo, nei miei piani futuri c’è ancora questo mestiere che spero di esercitare il più a lungo possibile. Ma è bene andarsene quando si è ancora gradite. Molte escort si trovano a 50 anni senza più lavoro, senza un soldo, con un guardaroba pieno di vestiti fuori moda. Io cerco di essere parsimoniosa e lungimirante. La bellezza è effimera.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata