Attualità

Fiori: la crociata di Alessandra. L’addio (definitivo) di Amelia, il futuro del commercio. Ecco ComoZero Settimanale

Come ogni venerdì, ecco pronto un nuovo numero del vostro settimanale preferito: ComoZero Settimanale, gemellone cartaceo di questo sito.

Non lo sapeste ancora (ma lo sapete perché va sempre esaurito in due giorni), le nostre diecimila (e più) copie, sono in distribuzione, a partire da stamani: qui (click!).

Numero ricco, manco a dirlo: si parte con un’ampia inchiesta sul commercio in città. Ci sono le botteghe e le boutique storiche, chi resiste con la vendita di quartiere e chi (pur investendo sui negozi in città) ha fatto del commercio online la punta di diamante del fatturato.

Ci sono i fioristi, i bar, l’amministratore delegato di Tiger Nord-Italia e tutte le imprese (definite ufficialmente) storiche della città. C’è l’ultimo bazar di Camnago (tra giornali, Vim per i vetri e elettrodomestici) e le imprese che scommettono tutto sull’ecommerce. Uno spaccato per comprendere i cambiamenti e riconoscere volti e storie ben note in città.

La politica (che, ben sapete, è, pur non unica, la nostra stanzetta – giornalisticamente – dorata): Alessandra Locatelli e la guerra ai venditori abusivi (di rose&mimose) e all’accattonaggio.

L’ex assessore Amelia Locatelli che ha deciso e dichiara per la prima volta con una chiarezza che non ha precedenti: nessun accordo tra Forza Italia e sindaco la convincerà a rientrare in giunta (nell’intervista non mancano, pur elegantissime, alcune stoccatine politiche, leggere per credere).

Per le storie di città: un’intervista alla discendente diretta di Alessandro Volta che punta il dito contro Como che ha dimenticato il suo figlio più illustre, un viaggio nell’ex San Martino alla scoperta di quel meraviglioso fiore che è l’associazione Oltre il Giardino, un luogo prezioso e delicatissimo che la città dovrebbe conoscere e proteggere di più.

Andiamo a Brunate, poi. Il comune cugino che sull’onda della città sta gestendo molto meglio del capoluogo la rinascita economica legata al turismo.

Quindi si passa a Cernobbio con la clamorosa vicenda del Bar Onda che seguiamo da mesi su questo sito, abbiamo intervistato la ex titolare.

Ci sono le storie: il meccanico del Giro d’Italia e i talenti dell’hockey che fuggono in Svizzera, le preziosissime mura romane dimenticate nel cortile del liceo Volta, la cultura, gli appuntamenti e, ultima ma non ultima, l’amatissima enigmistica.

Il menù è assolutamente piacevole. Non vi resta che sfogliare. Foste ancora nel dubbio:

COMOZERO E DOVE TROVARLO, LA MAPPA DELLA DISTRIBUZIONE  

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata