Attualità

La volata rosa di Como: anche Garibaldi e Volta mettono la cravatta in tinta con il Giro d’Italia

Fotoservizio Matteo Congregalli

A meno di una settimana dal grande ritorno del Giro d’Italia Como – la corsa arriva in città domenica 26 maggio – il capoluogo ha davvero iniziato a tingersi di rosa dappertutto: tra statue, vetrine, negozi, striscioni, si comincia a respirare il “profumo” del grande evento sportivo.

Oggi, a firma Confartigianato, uno dei “blitz” più simpatici: la comparsa, al collo delle statue di Giuseppe Garibaldi in piazza Vittoria e di Alessandro Volta nella piazza omonima, di giganteschi cravattoni rosa che ingentiliscono gli sguardi austeri dei due personaggi storici e immergono le zone nell’atmosfera della corsa.

Qui sotto la gallery sfogliabile.

La simpatica “epidemia colorata” ha comunque contagiato numerose altre zone simboliche di Como, a partire – come si vede dalla foto nella gallery qui sotto – dal Broletto, che tra l’altro ospita l’allestimento temporaneo con i cimeli del Museo del Ghisallo che ha già registrato 1.500 visitatori. Gallery qui sotto.

Molti, infine, sono i negozi che hanno aderito all’invito di colorare e riempire le vetrine con immagini e oggetti che richiamino direttamente la corsa rosa. Sono ormai a quota cento le vetrine addobbate dai commercianti, e di queste un’ottantina ospitano le fotografie di Fabrizio Delmati nell’ambito della mostra diffusa nelle vie dello shopping “2 ruote in rosa” organizzata dal Distretto urbano del commercio.

  1. Luisa Corti

    Proprio cattivo gusto…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata