Attualità

Laglio, nel giorno di Obama c’è il family day neofascista: “I traditori della patria pagheranno”

È indubbiamente raro che un paese di poche centinaia di abitanti come Laglio si trovi ad essere palcoscenico di attualità internazionale tanto quanto oggi, con l’arrivo dell’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Poi, è quantomeno ironico che, proprio nel giorno della visita dell’ex commander in chief statunitense che nel 2015 ha legalizzato i matrimoni omosessuali in tutti e 50 gli stati dell’Unione, Forza Nuova Lario tenga il suo primo family day a Laglio, dove il partito neofascista ha attualmente tre consiglieri, eletti con trenta voti.

Nonostante le critiche dei giorni passati, il giorno della famiglia forzanovista si è infatti tenuto nella sala consiliare del municipio del paese.
Presenti Salvatore Ferrara, il coordinatore regionale, Francesca Frigerio, capogruppo di FN di Laglio. Ospiti Duilio Canu e Roberto Fiore, rispettivamente vice-segretario e segretario nazionale del partito neofascista.

QUI TUTTI RETROSCENA DEL FAMILY DAY DI FORZA NUOVA

Preceduto da un pranzo nel giardino-terrazza del Comune per le famiglie forzanoviste (circa una trentina di persone) il “clou” del family day è stata una conferenza di circa un’ora sulle minacce poste nei confronti della famiglia naturale, in corrispondenza della pride week, iniziata ieri.

GUARDA L’INTERVISTA DI COMOZERO A ROBERTO FIORE E SALVATORE FERRARA (FN)

Diverse le posizioni espresse durante la manifestazione.

Ferrara: “Gay pride: forzature e spettacoli indecorosi”

“Il mese di giugno non è mai stato così pieno di spettacoli indecenti come il gay pride. I media sono invasi di forzature e da questi spettacoli indecorosi come il bacio tra Asia Argento e il signor Wladimiro Guadagno (meglio noto come Vladimir Luxuria Ndr), bimbi che sfilano con cartelli con scritto “meglio froci che fascisti” – ha spiegato Ferrara, aprendo la conferenza” – altre forze politiche hanno posizioni più elastiche a riguardo. Noi no”.

Canu: “I traditori della patria pagheranno”

“Siamo qui a discutere di un family day che non sarebbe stato necessario se non ci fosse un attacco sistematico contro le famiglie – ha dichiarato Duilio Canu – noi siamo per il diritto alla vita dal concepimento fino alla morte. Ma non è un diritto assoluto. C’è in atto un’operazione scientifica, precisa per portare il paese al suicidio. Arriverà il momento in cui i traditori della Patria dovranno pagare”.

“Mondo futuro come il mondo di Brave New World”

Filippo Deidda, autore di Ordine Futuro, “piattaforma culturale” di Forza Nuova, come descritto sul sito del partito neofascista, ha invece dichiarato, durante un lungo intervento sull’evoluzione della famiglia nella storia: “Il femminismo moderno vuole creare una donna che è un feticcio dell’uomo, che fa le stesse cose dell’uomo. Simmetricamente, dov’è la virilità dell’uomo che è obbligato a fare le cose che fanno le donne? Che mondo ci si aspetta se non c’è un cambiamento? Il mondo futuro sarà come quello descritto da Aldous Huxley in Brave New World, dove l’esistenza è funzionale alla produttività, il sesso è scollato dalla riproduzione e tutti usano una droga leggera conosciuta come il soma, simile alla Cannabis Light in vendita oggi”.

Fiore: “Obiettivi sono la ripresa demografica e il blocco dell’immigrazione”

Roberto Fiore ha poi chiuso i lavori.

“Oggi vediamo la follia del gender e una logica omosessuale imposta. L’Italia sta scegliendo e le scelte sono offuscate. Il Ministro della Famiglia e il governo stanno facendo sostanzialmente nulla – ha detto Fiore – nel 1928, l’allora presidente del consiglio [Benito Mussolini, Ndr] ricevette le stime della crescita demografica di Milano. Vedendo che erano a zero, sono stati messe in campo degli incentivi sostanziali per le famiglie italiane. Tant’è che nel ’43, ’44, ’45 gli italiani hanno continuato a fare figli nonostante la guerra. Dobbiamo intervenire, serve una rivoluzione culturale che blocchi l’avanzata di idee illogiche, anti-storiche. In quanto politici, l’obiettivo è il blocco dell’immigrazione e la ripresa demografica”.

Frigerio: “Ci rivediamo l’anno prossimo”

“Questo è il primo family day di Laglio e vogliamo che diventi un appuntamento fisso – ha concluso Francesca Friigerio – ci rivediamo l’anno prossimo”.

  1. Comino

    La patria la patria la patria. Essere italiani. E poi lo chiamano “family Day”.

  2. giorgio

    “Noi siamo per il diritto alla vita dal concepimento fino alla morte. Ma non è un diritto assoluto”

    Cioè manco loro stessi sanno cosa vogliono e cosa stanno dicendo, ottimo!

    (giusto per far capire di chi si sta parlando: http://espresso.repubblica.it/inchieste/2017/12/15/news/soldi-oscuri-servizi-e-delinquenza-tutti-i-segreti-di-roberto-fiore-il-fascista-a-capo-di-foza-nuova-1.316175 )

  3. bruno

    Patetici personaggetti…..

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata