Attualità

Maltempo e disastri tra Lecco, Sondrio, Brescia e Como. Butti (FdI) e Braga (Pd) si appellano a Conte

I disastri legati al maltempo che hanno letteralmente squarciato i territori di Lecco, Sondrio, Brescia e –  in misura minore – Como, fanno unire le forze dei parlamentari comaschi. I deputati Alessio Butti (Fratelli d’Italia) e Chiara Braga (Pd, assieme anche al dem Gian Mario Fragomeli) hanno infatti presentato un’interrogazione congiunta al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per capire quali saranno gli aiuti e gli interventi per le province in ginocchio.

Alleghiamo il testo integrale del documento di seguito.

In data 12 giugno u.s. il territorio Lombardo, in particolare nelle province di Lecco, Sondrio, Como e Brescia è stato colpito da una eccezionale ondata di maltempo con a piogge torrenziali che hanno causato frane, smottamenti, allagamenti, danni alle coltivazioni, chiusure di strade e soprattutto hanno portato a decidere l’evacuazione per un migliaio di persone;

La situazione più difficile si è registrata però nel Lecchese dove si è temuto per la diga di Pagnona dove solo nel pomeriggio è stata revocata l’allerta per il superamento delle quote massime dell’invaso;

Allagamenti si sono verificati a Premana, Pagnona, Primaluna e dove sono esondati i tre torrenti di Valle Molinara, Valle Noci e Valle del Fus comportando centinaia di sfollati ;

Ore di paura si sono vissute a Dervio dove solo in serata le circa 600 persone evacuate hanno potuto far rientro nelle proprie case;

Le strade si sono trasformate in cascate di acqua e fango e la circolazione è stata interrotta su diverse strade  e anche sulla linea ferroviaria fra Lecco e Chiavenna, in provincia di Sondrio, fra Colico e Bellano;

Rilevanti problemi si sono registrati anche in provincia di Sondrio con frane, allagamenti e strade interrotte con la situazione più critica in Valle Spluga;
a Como è esondato il lago che è arrivato ad allagare il Lungolario.

Anche la provincia di Brescia risulta interessata da rilevanti disagi per le conseguenze del maltempo;

È iniziata anche la prima conta dei danni che appaiono particolarmente ingenti alle infrastrutture, alle attività economiche e commerciali al comparto agricolo.

Si chiede di sapere se è intenzione del Governo proclamare lo stato di emergenza per i territori colpiti e quali ulteriori iniziative intenda assumere con la massima tempestività, d’intesa con la Regione Lombardia, per supportare suddetti territori per il ripristino delle infrastrutture, il sostegno ai cittadini e alle attività economiche danneggiate.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata