Attualità

Caso Lorini, Patelli attacca: “Serio e preparato. Ma forse non risponde a logiche politiche”

Ha creato un polverone la decisione della giunta comunale, gestita in maniera diretta dall’assessore al Personale Elena Negretti, di modificare le competenze tra i dirigenti. Uno, in particolare, il caso più clamoroso: la decisione di togliere la competenza sulla Mobilità allo storico dirigente Pierantonio Lorini, assegnandogli nel contempo Reti e Strade. Oggi, sulla questione prende una posizione netta – a favore di Lorini – da parte dell’ambientalista Elisabetta Patelli, che pure – anche negli anni trascorsi in consiglio comunale – non lesinò critiche al dirigente. Pubblichiamo integralmente la lettera di Elisabetta Patelli.

Sulla vicenda che sta riguardando l’ingegner Lorini e la sua posizione vorrei esprimere questa considerazione. Per legge la sua funzione, che è molto delicata è importante per la città, richiede delle competenze specifiche, un indirizzo di studi specifico e un titolo di laurea specifico. E’ evidente quindi che in nessun caso tale posizione può essere ricoperta da chi questi titoli assolutamente non ha. Il suo ruolo richiede esperienza, conoscenza, capacità  che indubitabilmente Lorini ha.

Pur avendo avuto con lui questioni di fortissimo contrasto (come la vicenda del cedro di Piazza Verdi ) e pur avendo con lui altre divergenze sul sistema dei trasporti della mobilità,  per quel che mi riguarda, conoscendolo dal 1992,  egli è una delle migliori  risorse professionali di cui il Comune dispone. L’allontanamento dalla sua posizione è incomprensibile sotto il profilo dei requisiti e delle capacità e del suo lavoro. Probabilmente, trattandosi di un professionista serio ancorché caparbio e determinato, egli è difficilmente assoggettabile ad altri tipi di logiche politiche che ben poco hanno a che vedere con l’interesse della città. Lo stesso balletto delle deleghe di giunta a cui stiamo assistendo in questi giorni paiono episodi di uno stesso pasticcio politico in corso a palazzo Cernezzi

  1. Ettore

    Finalmente !! e’ piu’ di 20 anni che questo illustre dirigente , a detta dell’ambientalista Patelli !!!, non ha risolto un bel niente in tema di mobilitita’ a Como ; lo stesso PUT fermo dal 2001 non e’ certo un bel biglietto da visita ! ed allora sai che dico ….meglio tardi che mai !
    una citta’ ferma con le quattro frecce da anni ! capace solo di ideare parcheggi per I residenti ma per il resto ..incapace !!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata