Attualità

Monte OIimpino, vandali devastano il parco giochi Iperal. Cereghetti, appello a Negretti

Ennesimo raid vandalico al parco giochi di Monte Olimpino. La denuncia arriva dalla segretaria del Circolo Pd di Como Nord, Barbara Cereghetti.

“Il parco giochi, tanto desiderato a Monte Olimpino, è chiuso per l’ennesima volta per atti vandalici. Chiediamo al Comune di intervenire con dei sistemi di sicurezza – afferma Cereghetti – Da circa una settimana il parco, nato un anno e mezzo fa grazie alla riqualificazione dell’ex OEC e all’arrivo di Iperal nel quartiere, è chiuso perché sono stati danneggiati i giochi, divelti i tavoli di legno, è stato appiccato un fuoco ed è stata anche rotta la maniglia del cancelletto d’entrata”.

L’apertura del parco è legata agli orari del supermercato, quindi secondo Cereghetti “questi danni sono stati fatti sicuramente di notte, perché il tanto desiderato spazio giochi, molto utilizzato da bambini e ragazzi, è sempre pieno di giorno e questa oscenità non sarebbe mai potuta accadere alla presenza di tante persone”.

La proprietà ha temporaneamente chiuso l’accesso al parco giochi per poter ripristinare al meglio la struttura e per non creare problemi alla sicurezza dei fruitori. “Ci dicono che il parco verrà sicuramente riaperto, ma non sanno ancora quantificare il tempo necessario per il ripristino di tutte le attrezzature danneggiate”.

“Questi vandalisimi – conclude Cereghetti – sono sicuramente segno di disagio di una parte dei giovani frequentatori del quartiere e li condanniamo senza alcun dubbio, ma non possiamo permettere che per colpa di qualche testa calda ci rimettano tutti i bambini e le famiglie che abitualmente usufruiscono della struttura. Chiediamo all’assessore comunale alla Sicurezza (Elena Negretti, ndr) una maggiore attenzione per il quartiere, programmando controlli di vigilanza, soprattutto nelle ore serali e notturne. Inoltre, poiché Monteolimpino è completamente sprovvisto di un sistema di sorveglianza pubblico, chiediamo anche il posizionamento di telecamere nella zona e nei punti strategici del quartiere”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata