Attualità

Grigliate ai giardini a lago. L’assessore Butti: “Intollerabile, non accadrà più”

Nel corso del fine settimana pasquale abbiamo dedicato più articoli al tema del turismo a Como. Al netto del successo evidente della città, del suo lago e di conseguenza di molte attività economiche, non sono mancati problemi (raccontati in parte qui e poi analizzati qui). Da una nostra lettrice, però, arrivano alcune fotografie risalenti a ieri – giorno di Pasquetta – che hanno la forza di rilanciare ulteriormente il dibattito su quale tipo di turismo sia più o meno adatto e in fase di sviluppo a Como. Tema suggerito dalla mini fotogallery qui sotto, che ritrae in realtà una situazione piuttosto consolidata e familiare ai comaschi e forse a qualche turista di ritorno: la preparazione di salamelle e salsicce a due passi dal Monumento alla Resistenza europea, inizio giardini a lago, nel banco esterno (ovviamente autorizzato) del furgone da anni situato nella zona.

L’altra immagine, sempre proveniente dai lettori, riguarda invece la zona dei giardini a pochi metri dal Monumento ai Caduti. Anche qui, approfittando del sole e degli spazi verdi, alcuni turisti hanno approfittato per una mini grigliata a cielo aperto. Situazione limite che, come si accennava, pongono il dubbio sulla reale vocazione turistica della città. Soprattutto in prospettiva.

EDIT 21.41 – Sulla questione delle grigliate ai giardini a lago è intervenuto l’assessore al Commercio di Palazzo Cernezzi, Marco Butti: “Rispetto a quanto accaduto ai giardini a lago, con tanto di vere e proprie grigliate più o meno improvvisate, indipendentemente da quello che sarà il futuro dell’area che non potrà mai ospitare grigliate, queste scene non saranno più tollerabili! Ringrazio il Settore Commercio per aver dato seguito ad una mia sollecitazione dopo aver letto quanto accaduto su Comozero. Seppur a posteriori è stato doveroso richiamare coloro che non hanno mantenuto un comportamento rispettoso delle regole: l’auspicio è che in futuro certe scene non accadano più perché chi potrà beneficarne sarà tutta la Città nel suo insieme. Ovviamente chi di dovere dovrà vigilare affinché ulteriori violazioni non si ripetano”.

  1. Rumi

    Appunto, chi gli ha dato il permesso? inutile girare intorno al problema la grigliata il furgone l’ha sempre fatta e ci accorgiamo solo ora? Dove sono i solerti funzionari ASL, dove sono i vigili, ma sopratutto, Assessore vada a rileggere la licenza e la concessione di uso di spazio pubblico e se c’è’ qualcosa fuori legge sanzioni!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata