Attualità

Piazza Cavour, proteste per lo show canoro: i vigili allontanano il menestrello napoletano

Nel giorno in cui la Commissione Affari generali del Comune di Como ha approvato il nuovo regolamento di Polizia locale che prevede, tra le altre cose, anche limiti più stringenti per gli artisti di strada in città, i vigili sono intervenuti per stoppare (dietro lamentele e telefonate al Comando) l’esibizione di un artista napoletano.

E’ accaduto in piazza Cavour attorno alle 16.30, quando – su esplicita richiesta – due agenti della polizia locale in moto sono intervenuti per mettere fine alla “compilation” di canzoni tipiche della tradizione partenopea.

“Erano lì da due ore, non se ne poteva più. E per di più con le casse a tutto volume”, ha raccontato uno dei cittadini che ha chiamato la polizia locale.

L’artista, invece (che è stato soltanto allontanato ma non multato), ha riferito di “esser stato in quel punto esatto – alla confluenza con via Bianchi Giovini, all’incirca – soltanto per una mezz’oretta, forse 45 minuti”.

Tornando al nuovo regolamento di polizia urbana (4 i voti favorevoli: il presidente Ferretti, Patera, Valeri e Bonduri; Vittorio Nessi astenuto e Alessandro Rapinese contrario), il documento approderà in consiglio comunale lunedì 29 aprile.

Tra le norme dedicate agli artisti di strada, sono previsti il divieto dell’uso di strumenti musicali dalle 13 alle 15 e dalle 21 alle 9 del mattino successivo (il divieto per le campane, invece, salvo a Natale e Pasqua, è dalle 21 alle 7.30 nei feriali e dalle 21 alle 8 nei festivi).

Il paragrafo interamente dedicato agli artisti di strada è il 21. Stringenti le regole: lo spazio impegnato per l’esibizione dell’artista non deve eccedere i 15 metri quadrati; la durata della stessa non può superare la mezzora, trascorsa la quale l’artista dovrà spostarsi di almeno 200 metri.

A questo va accoppiato il nuovo regolamento sull’occupazione del suolo pubblico che vieterà l’utilizzo di casse e amplificatori.

  1. Sergio

    Un plauso per l’intervento dei Vigili.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata